Centrodestra, Salvini: ‘la Lega con l’Ncd di Alfano non ha nulla da spartire’

Giovanni Toti, europarlamentare azzurro e consigliere politico di Silvio Berlusconi, ieri dalle pagine del Giornale ribadiva l’appello di Forza Italia ai partiti del centrodestra: unità, stiamo insieme per rappresentare l’alternativa alla sinistra di Matteo Renzi. Invito rivolto soprattutto alla Lega Nord, che – sostiene Toti – “da sola non va da nessuna parte”.

Intervistato dal Giornale, oggi Matteo Salvini, leader del Carroccio, replica all’azzurro: “Noi siamo disponibili a ragionare con chiunque, non con Alfano", "io con il ministro all’invasione in questo momento non ho nulla a che spartire. Con Forza Italia posso parlare; con l’Ncd di Mare nostrum che sta al governo con Renzi, no. Questo dev’essere chiaro a chiunque in Forza Italia. E poi: quale Forza Italia? Va a giorni alterni: se è la Forza Italia che vota con Renzi la riforma del Senato, la riforma della Costituzione e la riforma elettorale, no. Se è quella che ci dà una mano sull’aliquota fiscale unica, sull’abolizione degli studi di settore, sulla lotta alla legge Fornero e sul dire no a Mare Nostrum, parliamone. Questo dirò a Toti".

Salvini sostiene di non essere preoccupato da una corsa in solitaria del Carroccio: "Per niente, e la gente ci sta dando ragione. Il governo Renzi si appresta ad aumentare l’Iva. Le pare che io che rappresento le partite Iva, gli artigiani, i commercianti, posso allearmi con qualcuno che vuole aumentare l’Iva? Non esiste. Sono disponibile a ragionare con Forza Italia sui temi concreti". Quindi Forza Italia deve scegliere… "Mi sembra evidente: o l’Ncd che sta con Renzi o la Lega. Se è la Lega, parliamo di fisco, lavoro, Europa, immigrazione e ci siamo".