Voto all’estero, Merlo (MAIE): ecco le nostre priorità per il Sud America

Ricardo Merlo, deputato MAIE – Movimento associativo italiani all’estero, secondo quanto scrive La Nacion, testata giornalistica assai diffusa in Argentina, è in “pole position” per quanto riguarda le elezioni politiche di febbraio.

Merlo, presidente e fondatore del MAIE, è candidato alla Camera dei Deputati nella ripartizione estera Sud America. Corre per la sua terza legislatura. 50 anni, nato a Mataderos, Merlo – scrive sempre La Nacion – “è già un veterano del Parlamento italiano”. Capolista del MAIE per la Camera, dopo Merlo c’è in lista Mario Borghese, mentre Claudio Zin è candidato al Senato.

La priorità del MAIE, un movimento ormai cresciuto a livello mondiale, è la difesa degli interessi degli italiani nel mondo, a prescindere dalle vecchie logiche di partito. Un movimento, il MAIE, indipendente dalla partitocrazia romana.

Spiega lo stesso Merlo al giornale argentino: “Le nostre priorità sono quattro: migliorare il rapporto fra le strutture diplomatiche italiane – ambasciate e consolati – e i connazionali; un piano di assistenza sanitaria a qui sta già lavorando il dott. Zin; fare in modo che le pensioni dei pensionati italiani in Argentina vengano pagate in euro e non in pesos; migliorare le relazioni tra Italia e Argentina”.

Il MAIE ha buone relazioni con l’Udc di Pierferdinando Casini, che sostiene la lista di Mario Monti. Nonostante questo, Merlo ci ha tenuto ad assicurare che il suo movimento “è completamente autonomo e indipendente da ogni forza politica italiana”. E in Parlamento, durante questa legislatura, lo ha dimostrato più volte con i fatti.