“Virginia Raggi trasforma il Campidoglio in ‘lavatrice’ delle beghe interne M5S”

Santori (Fdi): “È ormai una favola il fatto che il M5S combatta gli sprechi e tagli le poltrone: in soli 16 mesi sono arrivati 103 collaboratori privilegiati”

“Il Campidoglio trasformato in ‘lavatrice’ del M5S, quella che pulisce le beghe dei grillini e regala incarichi nuovi di zecca ai riciclati di turno, agli amici degli amici”. Lo dichiara in una nota Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio di Fratelli d’Italia, che prosegue: “Oggi scopriamo che si assumono anche gli ex soci, come capitato nell’assessorato alle Politiche abitative. Prima ancora avevamo saputo del pallavolista alla corte dell’assessore Lemmetti. Mentre qualche giorno fa avevamo appreso dell’ennesimo incarico da 40 mila euro per l’ex assessore del Movimento 5 stelle del XIII municipio che, come scritto nelle motivazioni della delibera, di fatto ricoprirà un ruolo di raccolta delle segnalazioni per conto della giunta Raggi in tema ambientale. Anche se non si comprende di cosa si occuperà visto il lancio in pompa magna da parte dell’amministrazione del sistema di segnalazione informatico”.

Per Santori “è inaccettabile che la sindaca Raggi, magari per accontentare il deputato di turno e raggirare la norma sull’extra utilizzo delle quote rosa nel XIII municipio denunciata dal capogruppo di FDI Marco Giovagnorio, si presti a queste operazioni tipiche della prima Repubblica e, manuale Cencelli alla mano, riempia le segreterie politiche a suon di denari pubblici”.

Conclusione? “È ormai una favola il fatto che il M5S combatta gli sprechi e tagli le poltrone: in soli 16 mesi sono arrivati 103 collaboratori privilegiati, dal tutore dei gatti randagi al motivatore fitness, fino al raccoglitore delle segnalazioni ambientali”.