Italiani all’estero, il nuovo sindaco di Ginevra è italiano di seconda generazione

E’ figlio di emigranti, originario di Invorio (NO), Guillaume Barazzone, il nuovo sindaco di Ginevra. Il suo bisnonno Luigi faceva il muratore, ed è stato il primo ad emigrare in Svizzera nel 1896 in cerca di una vita migliore. Guillaume Barazzone ha 34 anni e una carriera politica iniziata nelle fila del Partito democratico cristiano (PDC).

La famiglia di Guillaume non ha mai interrotto i rapporti con Talonno tanto che il primo cittadino di Invorio, Dario Piola gli ha inviato una lettera di congratulazioni da parte del paese.

Membro del parlamento svizzero dal 2013, dal primo giugno, Barazzone è "maire" di Ginevra. Resterà in carica fino al 31 maggio 2017. Nella città infatti, il ruolo spetta a turni di un anno ciascuno ai cinque consiglieri amministrativi eletti. Con lui, il PDC è tornato nel governo municipale della città, dopo ben vent’anni di assenza. Ma la famiglia dei Barazzone sono sparsi un po’ in tutto il mondo, dalla Svizzera a Dubai. Molti di loro continuano però a trovarsi nella loro frazione ogni anno.