Italiani nel mondo, Tacconi presidente Pd Svizzera. Schirò (Pd), “buon lavoro”

La deputata dem, “sono tempi difficili, è inutile negarlo, per la politica, per i partiti di tradizionale radicamento e per il nostro stesso partito. Ma noi ci siamo”

Alessio Tacconi

“Ieri a Berna, al secondo congresso nazionale del PD in Svizzera, abbiamo respirato proprio una bell’aria, prima di tutto per la presenza numerosa e partecipe di molti compagni. Sono tempi difficili, è inutile negarlo, per la politica, per i partiti di tradizionale radicamento e per il nostro stesso partito. Sicché vedere tanti compagni che si stringono insieme, discutono e ricercano la strada di un rilancio e di nuove forme di dialogo, non può che far bene alla politica e far bene a noi”. Lo dichiara in una nota l’On. Angela Schirò, Pd, eletta nella ripartizione estera Europa.

“Il clima unitario, poi, che ha caratterizzato la generalità degli interventi ha dato il senso della consapevolezza della straordinarietà della situazione da affrontare ed è stato il cemento delle forze che si devono misurare non solo con il consenso dei nostri connazionali ma soprattutto con i problemi reali.

In questo ambiente, il gruppo dirigente storico del PD in Svizzera, che tanto ha dato per l’affermazione della nostra organizzazione e per la conquista di diritti sociali e civili nel contesto elvetico ed europeo, ha favorito un avvicendamento generazionale, che rappresenta un investimento per il futuro”.

“Avere un PD forte in Svizzera gioverà a tutti, anche a coloro che operano in altre realtà europee. Per questo – conclude Schirò -, faccio di tutto cuore gli auguri di buon lavoro al nuovo Segretario Toni Ricciardi e al nuovo Presidente Alessio Tacconi”.