L’INTERVENTO | Cacace (MAIE): “Benvenuto Sottosegretario Merlo, ora non siamo più soli”

“La comunità italiana in Costa Rica è più viva che mai e desidera che vi sia più attenzione da parte di Roma. Questa sua visita dimostra che non siamo più soli”

Pubblichiamo qui di seguito l’intervento di saluto di Giuseppe Cacace, coordinatore nazionale del MAIE in Costa Rica, all’incontro di benvenuto organizzato dal MAIE CR in occasione della visita del Sottosegretario agli Esteri Sen. Ricardo Merlo, fondatore e presidente del Movimento Associativo Italiani all’Estero, nel Paese del Centro America.

All’incontro erano presenti tutti i coordinatori del MAIE CR, oltre 150 connazionali, rappresentanti di associazioni e istituzioni, illustri ospiti.

L’INTERVENTO

Buonasera

Sottosegretario Senatore Ricardo Merlo

Signori Coordinatori MAIE CR

Amici della comunità italiana in Costa Rica

Questa sera sono felice di vedere tutti gli ospiti riuniti al fine di saldare i nostri legami e rafforzare la nostra relazione per migliorare la situazione degli italiani e dei loro discendenti all’estero.

Innanzi tutto, devo confessarvi di essere emozionato. Stento a credere di avere qui con noi il Presidente del Movimento culturale, sociale, e politico al quale appartengo.

Da 7 anni sono Coordinatore del MAIE – Movimento Associativo Italiani all’Estero in Costa Rica. È sempre vivo in me il ricordo del mio primo contatto con Paola Ceccon, Emma Covioli ed infine Ricky Filosa, Coordinatore del MAIE in Nord e Centro America, ed oggi portavoce del Sottosegretario Merlo.

Mi parlò del MAIE, di cosa era, di cosa rappresentava, di quali erano i suoi obiettivi; me lo spiegò con una passione che non ero più abituato a sentire ascoltando una persona parlare di politica.

Inizialmente ho faticato a comprendere la forza delle idee e del MAIE stesso; un movimento la cui essenza si riassume nella difesa dei diritti di tutti gli italiani residenti al di fuori dei confini della nostra patria.

Devo ammettere che sono stato scettico. Poi, però, mi sono lasciato trascinare dall’entusiasmo di Filosa, dalle azioni intraprese dal presidente Merlo, dagli altri parlamentari del MAIE oramai in Parlamento dal 2008 e dagli amici che coordinano il MAIE negli altri stati centroamericani; in seguito, ho avuto modo di osservare la passione con la quale altri coordinatori in tutto il mondo difendono i diritti dei cittadini italiani all’estero e promuovono iniziative con il sostegno del movimento.

Nel 2012 ho iniziato a coordinare un Movimento che in Centro America ancora non era conosciuto. Sono partito quasi da zero, però con molto entusiasmo.

Così abbiamo cominciato a crescere; l’entusiasmo si è moltiplicato; si è creato un gruppo affiatato di coordinatori a livello locale; e a livello regionale il MAIE ha acquisito un’importanza sempre maggiore.

Praticamente questo movimento fin dalla sua nascita nel 2008 è sempre stato all’opposizione. Nessun governo garantiva lo sviluppo di politiche in favore degli italiani all’estero. Ora, il MAIE fa parte dell’attuale governo del cambiamento ed il presidente del MAIE, il Sen. Ricardo Merlo, è diventato Sottosegretario agli Esteri con delega per gli italiani nel mondo.

Un orgoglio grandissimo per tutti coloro che hanno aderito in Costa Rica a questo progetto, per tutti coloro che ci hanno creduto fin dall’inizio, per tutti coloro che mi hanno accompagnato in questa avventura.

Benvenuto Sottosegretario Merlo! La comunità italiana in Costa Rica, come avrà avuto modo di notare, è più viva che mai e desidera che vi sia più attenzione da parte di Roma. Questa Sua visita, è la dimostrazione che non siamo più soli.

Cari amici, Oggi vogliamo impegnarci e unire i nostri sforzi per far crescere questo movimento. Vi invito a continuare a sostenerci e ad avvicinarvi al nostro progetto in modo che insieme si possa contribuire alla crescita della nostra comunità. Grazie.