Italia-Brasile, Sottosegretario Merlo: dal 22 febbraio in vigore l’accordo integrativo sulle patenti di guida

Sarà possibile per i detentori del nuovo modello di patente brasiliana richiederne la conversione nell'equipollente patente di guida italiana

Sen. Ricardo Merlo, Sottosegretario agli Esteri e presidente del MAIE - Movimento Associativo Italiani all'Estero

“Una buona notizia per i brasiliani ma anche per i tanti italiani e italo-brasiliani che dal Brasile dovessero decidere di trasferirsi in Italia: dal 22 febbraio 2019 entrerà in vigore l’Accordo integrativo tra Italia e Brasile per quanto riguarda le patenti di guida. Questo vuol dire che a partire dalla suddetta data sarà possibile per i detentori del nuovo modello di patente brasiliana residenti nello Stivale, richiederne la conversione nell’equipollente patente di guida italiana”. Lo annuncia in una nota il Sottosegretario agli Esteri, Sen. Ricardo Merlo.

L’accordo di conversione per le patenti di guida tra Italia e Brasile esiste già da tempo. Questo è un accordo “integrativo”, con il quale – modificando l’Allegato tecnico – si consente la conversione anche per le nuove patenti di guida brasiliane, che altrimenti non sarebbe stato possibile convertire.

“A questo risultato – prosegue l’esponente del governo italiano – si è arrivati dopo un grande lavoro portato avanti nel corso del tempo, a cui hanno contribuito in tanti, ad iniziare dall’On. Fabio Porta, che ringrazio per il suo impegno, fino ad arrivare ai deputati Simone Billi e Luis Lorenzato, che hanno continuato a dedicare grande attenzione al tema”.

“In terra brasiliana è fortissima la presenza italiana e qui in Italia sono circa 50mila i cittadini brasiliani residenti (dati Istat). L’accordo sulle patenti di guida tra Italia e Brasile – conclude il Sottosegretario Merlo – è un ulteriore passo avanti nelle relazioni di amicizia e di collaborazione tra i due Paesi”.