Caso Consip, Renzi: “Lasciate in pace almeno mia nonna”

“Almeno le nonne, dai. Buona giornata a tutti, amici. C'è un sole splendido, oggi, godetevelo se potete!"

Matteo Renzi

“Ricapitolando. 1. Le intercettazioni sono illegittime. 2. Vengono pubblicate violando la legge. 3. Emerge un quadro in cui un figlio dice al padre “Devi dire la verità”. E il padre risponde dicendo “Quella che ti sto dicendo è la verità, devi credermi”. È quanto scrive l’ex premier Matteo Renzi sulla sua pagina Facebook, tornando – dopo la pubblicazione dell’intercettazione della telefonata con il padre – sul caso Consip.

“A fronte di questo qual è il pezzo forte oggi sullo scandalo Consip? Un’intervista a mia nonna Anna Maria, meravigliosa donna buona e generosa di 87 anni, cui viene spiegato che suo figlio e suo nipote hanno litigato. Io sono molto fiero delle mie nonne, due tra le persone più belle che ho incontrato nella mia vita. Ma posso fare un appello per lasciare in pace almeno loro? Almeno le nonne, dai – conclude Renzi -. Buona giornata a tutti, amici. C’è un sole splendido, oggi, godetevelo se potete!”.