PROPOSTA INDECENTE | Letta rilancia lo ius soli

Riproporre lo ius soli dà l'impressione di scarsa comprensione della reale situazione (una situazione che è da definirsi drammatica) e non contribuisce certo ad unire il Paese

Nel suo primo discorso da segretario del Partito Democratico, Enrico Letta ha riproposto lo ius soli. Lo ha riproposto come priorità. Ora, sembra di rivedere un film vecchio e già visto molte volte. Con tutto il rispetto per le persone iscritte al Partito Democratico, rispetto che è sempre cosa dovuta, sembra quasi che la sinistra viva in “un mondo a parte”, rispetto a quello che si vive nella reale situazione. Infatti, se il centrosinistra capisse che i veri problemi dell’Italia sono altri non riproporrebbe lo ius soli.

I veri problemi dell’Italia sono rappresentati dal Covid, dalle aziende che chiudono, dalle famiglie che non arrivano più a fine mese e dal conseguente aumento della povertà, dalla disoccupazione che cresce a ritmi galoppanti, dalle infrastrutture che non si fanno, dalla giustizia che non funziona e dal prodotto agroalimentare made in Italy che è bistrattato in Europa. Gli italiani aspettano risposte riguardo a questi temi.

C’è tanta gente che soffre parecchio. Basti pensare ai ristoratori che hanno perso molti introiti. Il Covid ha peggiorato la situazione anche a livello sociale. Basti pensare all’aumento dei casi di violenze domestiche e di femminicidi. Pensiamo anche ai nostri ragazzi, che in questi mesi hanno dovuto rinunciare al contatto con gli amici e alla scuola, cosa che rischia davvero di creare in loro contraccolpi psicologici veramente gravi. Le nozioni possono essere apprese con la DAD (Didattica a distanza) però i rapporti umani (che non sono meno importanti) mancano.

Riproporre lo ius soli dà l’impressione di scarsa comprensione della reale situazione (una situazione che è da definirsi drammatica) e non contribuisce certo ad unire il Paese, dato che il tema è anche divisivo. Letta avrà certamente riproposto lo ius soli per ricompattare il suo partito e la sua coalizione. Ma il bene del Paese è ben altra cosa e quello dello ius soli non è certo un tema prioritario per l’Italia, soprattutto in questo momento.