Italiani sempre più amanti del gelato

Claudio Pica, segretario generale dell'associazione italiana gelatieri: “Il gelato, da Nord a Sud di un'Italia quasi interamente in zona bianca, è il simbolo della voglia di rinascita di questo Paese”

Secondo i primi dati dell’Osservatorio Sigep, il salone internazionale di gelateria, pasticceria, panificazione artigianali e caffè di IEG – Italian Exhibition Group, che si terrà dal 22 al 26 gennaio 2022 alla Fiera di Rimini, dall’inizio dell’anno sono aumentati i consumi di gelato, in media del 14% con punte del 20% in Calabria e del 22% a Roma. Certamente un buon segnale in vista dell’estate.

“Tra eccellenze di ingredienti, marcato aspetto salutistico del prodotto, e socialità nei consumi, il gelato, da Nord a Sud di un’Italia quasi interamente in zona bianca, è il simbolo della voglia di rinascita di questo Paese”: parole di Claudio Pica, segretario generale dell’associazione italiana gelatieri e vicepresidente nazionale Fiepet Confesercenti.

“Con una prima stima, i consumi nazionali segnano un +14% da inizio anno, con punte legate al meteo che spingono Calabria e Roma, rispettivamente con un +20% e +22%”, evidenzia Pica. Sono numeri che riportano ottimismo per un settore che in Italia valeva sino al 2019, tra gelaterie con produzione e sole rivendite, oltre 39mila imprese per un fatturato annuo di 4,2 miliardi e 75 mila addetti diretti.

Ma che tipo di gelato dobbiamo aspettarci nell’estate 2021? Frutta di stagione, ingredienti come il kefir o le piante officinali potrebbero essere le principali tendenze.