Italiani all’estero, Sottosegretario Merlo riceve alla Farnesina l’On. Sangregorio (USEI)

Durante l’incontro i due parlamentari, entrambi eletti nella ripartizione estera Sud America e residenti a Buenos Aires, hanno affrontato da vicino le tematiche che più interessano gli italiani nel mondo

FARNESINA | Il Sen. Ricardo Merlo, Sottosegretario agli Esteri e presidente del MAIE, con l'On. Eugenio Sangregorio, presidente USEI

Nei suoi uffici alla Farnesina il Sen. Ricardo Merlo, Sottosegretario agli Esteri e presidente del MAIE – Movimento Associativo Italiani all’Estero, ha ricevuto l’On. Eugenio Sangregorio, presidente dell’USEI – Unione Sudamericana Emigrati Italiani.

Durante l’incontro i due parlamentari, entrambi eletti nella ripartizione estera Sud America e residenti a Buenos Aires, hanno affrontato da vicino le tematiche che più interessano gli italiani nel mondo. Tra queste, l’importanza di dare la giusta assistenza alle comunità italiane ai tempi del coronavirus, soprattutto nella regione latinoamericana, dove il Covid 19 continua a mietere nuovi contagi e a rendere la situazione sempre più allarmante dal punto di vista medico-sanitario.

Inoltre, l’esponente del governo italiano e il deputato eletto oltre confine hanno sottolineato l’importanza di avere una rete consolare efficiente, pronta a rispondere alle esigenze dei connazionali maggiormente in difficoltà, ricordando i 6 milioni di euro che l’esecutivo ha stanziato per l’assistenza agli italiani nel mondo in questo momento di emergenza coronavirus.

Sangregorio, imprenditore di successo in Argentina, ha inoltre rivolto al Sottosegretario Merlo i complimenti per avere contribuito, come governo, allo stanziamento di 5 milioni di euro per sostenere le Camere di Commercio e dunque il made in Italy e l’internazionalizzazione delle piccole e medie imprese italiane.

A conclusione dell’incontro, i due hanno già deciso di inserire nelle rispettive agende una nuova riunione dopo la pausa estiva, per continuare ad affrontare insieme le problematiche emerse dal colloquio e cercare le soluzioni più adeguate.