Italiani all’estero, Chiara Valerio all’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo

Un incontro con la matematica Chiara Valerio, autrice del libro „La matematica è politica“, pubblicato nel 2020

Lunedì 20 settembre 2021 alle ore 19:00 l‘Istituto Italiano di Cultura di Amburgo organizza in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Berlino e la Casa editrice Giulio Einaudi di Torino un incontro con la matematica Chiara Valerio, autrice del libro „La matematica è politica“, pubblicato nel 2020. L’incontro sarà moderato da Francesca Bravi dell’Università CAU di Kiel, che curerà anche la traduzione in consecutiva.

Si segnala che l’Istituto, come da nuova normativa della Città di Amburgo relativa al contenimento epidemologico della SARS-CoV-2, adotta la regola 2-G.

La partecipazione all’evento è gratuita. È necessario iscriversi inviando una mail all’indirizzo: events@iic-hamburg.de e seguendo quanto indicato sul sito dell’Istituto https://iicamburgo.esteri.it/iic_amburgo/it/

Prima di entrare in Istituto il personale addetto controllerà il certificato di vaccinazione (cartaceo o digitale), ovvero la dichiarazione sanitaria di guarigione. Per informazioni specifiche in merito si prega di consultare il sito.

La scrittrice e matematica Chiara Valerio, oltre a godere dell’apprezzamento della comunità scientifica internazionale, sa raccontare la sua ricerca con passione e con una qualità di scrittura, che nulla ha da invidiare a un romanzo!

Chiara Valerio, nata a Scauri in Provincia di Latina nel 1978, è responsabile della narrativa italiana della casa editrice Marsilio e lavora a Rai Radio3. Collabora con «L’Espresso» e «Vanity Fair». Ha studiato e insegnato matematica per molti anni e ha conseguito un dottorato di ricerca in calcolo delle probabilità. È autrice dei romanzi: A complicare le cose (Robin, 2003), La gioia piccola d’esser quasi salvi (nottetempo, 2009), Spiaggia libera tutti (Laterza, 2012). Per Nottetempo ha tradotto e curato Flush (2012), Freshwater (2013) e Tra un atto e l’altro (2015) di Virginia Woolf. Per la casa editrice Einaudi ha pubblicato Almanacco del giorno prima (2014), Storia umana della matematica (2016), Il cuore non si vede (2019), La matematica è politica (2020) e Nessuna scuola mi consola (2021).

L’incontro amburghese proporrà un affondo nel percorso scientifico e letterario di Chiara Valerio.

Al 2012 risale la presentazione del suo lavoro nell’ambito del progetto “LeggìIO” del lettorato d’italiano del seminario di romanistica della CAU Kiel, a cura di Francesca Bravi, che da dieci anni porta in Germania giovani voci letterarie italiane.

Nella prime pagine del suo saggio La matematica è politica Chiara Valerio dichiara: «La matematica è stata il mio apprendistato alla rivoluzione, dove per rivoluzione intendo l’impossibilita di aderire a qualsiasi sistema logico, normativo, culturale e sentimentale in cui esista la verità assoluta, il capo, l’autorità imposta e indiscutibile». La matematica che insegna a diffidare di verità assolute e autorità indiscutibili assomiglia, da un punto di vista politico, alla democrazia: come tutti i processi creativi non sopportano di non cambiare mai.

Al seguente link https://youtu.be/BMtJ2y-ADhU è possibile ascoltare un intervento di Chiara Valerio durante il Festival della Letteratura del 2020″Pordenone legge”.