Fdi-An, torna Atreju: c’è anche una maratona per i marò

Torna Atreju, la festa dei giovani di destra che oggi si riconoscono in Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale. E’ la 17a edizione e si svolgera’ sull’isola Tiberina da mercoledi’ a domenica. Come sempre, ci saranno dibattiti con politici, mostre artistiche e goliardiche, tavole rotonde.

Spiccano due appuntamenti piu’ ‘secolari’: la maratona pro-maro’ e la sfida ai fornelli tra il democratico Roberto Giachetti e Simone Baldelli (Fi). Una versione trash-politico degli innumerevoli programmi tv dedicati alla cucina?

Probabilmente l’appuntamento politico piu’ interessante e’ quello del sabato pomeriggio alle 18: ‘Costruire l’alternativa per non morire renziani’, confronto tra Giorgia Meloni, Matteo Salvini, Giovanni Toti e Gaetano Quagliariello.

Tra gli altri ospiti il presidente dell’autorita’ Anticorruzione Raffaele Cantone (mercoledi’ alle 19); il ministro del Lavoro Giuliano Poletti ‘contro’ Renato Brunetta (giovedi’ alle 18); il sottosegretario Delrio a confronto con Raffaele Fitto (venerdi’ alle 19). Venerdi’ ospiti i presidenti del Parlamento: alle 19 Laura Boldrini parlera’ di immigrazione; alle 20.30 Pietro Grasso partecipera’ alla consegna di un premio a Pif, regista de ‘La mafia uccide solo d’estate’.

Il premio Atreju 2014 va a Lucia Annibali, la donna sfregiata da un uomo (su mandato dell’ex compagno) un anno e mezzo fa. Inoltre, una mostra canzonatoria su Matteo Renzi e il suo inglese; sui ‘pirati’ della storia, ovvero ribelli e creativi da Jack Sparrow a San Francesco. Sabato 20 alle 14, invece, appuntamento a piazza della Repubblica. Da li’ partira’ una "maratona non competitiva di 2,5km per chiedere il ritorno di Latorre e Girone in Italia": arrivo sull’isola Tiberina. Alle 21.30, infine, la sfida ai fornelli tra Giachetti e Baldelli, "con votazioni e premi", come promette il programma ufficiale.