FARNESINA | Sottosegretario Merlo riceve il Consigliere Giacalone, prossimo numero due dell’Ambasciata d’Italia a Caracas

"Dobbiamo essere ancora più vicini alle decine di migliaia di italiani e italo-venezuelani che soffrono a causa delle politiche di Nicolas Maduro"

Nel pomeriggio di oggi, 11 maggio, il Sottosegretario agli Esteri Sen. Ricardo Merlo ha ricevuto nel suo ufficio alla Farnesina Giuseppe Giacalone, che presto assumerà a Caracas il ruolo di numero due dell’Ambasciata d’Italia.

La scelta di inviare Giacalone in terra venezuelana è stata ben ricevuta dal Sottosegretario Merlo, presidente del MAIE – Movimento Associativo Italiani all’Estero.

Giacalone lavorerà insieme a Placido Vigo, Ambasciatore (incaricato d Affari), e Nicola Occhipinti, Console generale a Caracas.

Tutti e tre hanno una cosa in comune: hanno lavorato nella sede diplomatica di Buenos Aires e si conoscono bene col Senatore Merlo, il quale afferma: “In Venezuela oggi abbiamo veramente un’ottima squadra“.

Nato a Marsala (Trapani) il 20 novembre del 1975, Giuseppe Giacalone si laurea in scienze politiche il 13 marzo 2000. Al Servizio Stampa e Informazione del ministero nel 2003, nell’ottobre del 2007 diventa Primo segretario commerciale ad Atene. Tra i vari incarichi, anche quello al Consolato Generale di Buenos Aires con funzioni di Console, nel 2011.

“Continua la grave crisi sociale, economica e politica che da troppo tempo ormai sta affliggendo il Venezuela”, osserva il Sottosegretario Merlo, “anche per questo dobbiamo essere ancora più vicini alle decine di migliaia di italiani e italo-venezuelani che soffrono a causa delle politiche di Nicolas Maduro”.

“L’Ambasciatore Placido Vigo, il Console Generale Nicola Occhipinti e ora Giuseppe Giacalone sono le persone giuste al posto giusto: continueranno nell’intenso lavoro di assistenza ai connazionali, offrendo loro collaborazione in caso di bisogno, e soprattutto servizi consolari efficienti in tempi dignitosi”.

“Come governo italiano siamo vicini al popolo venezuelano e ai nostri connazionali residenti in Venezuela – conclude Merlo – e lo dimostriamo con i fatti, non solo inviando aiuti di prima necessità e fondi per l’acquisto di medicinali ai più bisognosi, ma anche nominando persone competenti a ricoprire ruoli chiave. Buon lavoro a Giuseppe Giacalone”.