Voto italiani all’estero, Paparella e Siniscalco (Fi): “Bene Pessina, riforma necessaria”

La nota congiunta dei vertici di Forza Italia Canada: "Il meccanismo con cui votano i nostri connazionali residenti oltre confine va assolutamente rivisto, dalla stampa delle schede fino allo scrutinio a Castelnuovo di Porto"

Pasquale Paparella, a sinistra nella foto, e Domenico Siniscalco, rispettivamente coordinatore nazionale e vicecoordinatore nazionale di Forza Italia Canada

“Condividiamo le parole del Sen. Vittorio Pessina, responsabile nazionale del dipartimento Italiani all’estero di Forza Italia, quando parla della necessità di riformare e soprattutto mettere in sicurezza il voto degli italiani nel mondo”. Lo dichiarano in una nota Pasquale Paparella, coordinatore nazionale di Forza Italia Canada, e Domenico Siniscalco, vicecoordinatore nazionale Fi Canada.

Abbiamo vinto oltre confine – proseguono i due esponenti azzurri in una nota congiunta -, abbiamo raccolto uno straordinario successo in termini di voti e di parlamentari eletti nella ripartizione estera del Nord e Centro America: possiamo permetterci di affermare, senza timore di essere additati come coloro che si lamentano perché hanno perso le elezioni, che il meccanismo con cui votano i nostri connazionali residenti oltre confine va assolutamente rivisto, dalla stampa delle schede fino allo scrutinio a Castelnuovo di Porto“.

“Questo sistema fa davvero acqua da tutte le parti e che in quella bolgia infernale ciascuno, tra scrutatori impreparati e presidenti di seggi irresponsabili, fa un po’ come gli pare”.

“E’ ora di dire basta – sottolineano Paparella e Siniscalco – a questo stato di cose che dura ormai da troppi anni. Forza Italia ha tutte le carte in regole per poter presentare un progetto di riforma delle legge sul voto estero, una proposta convincente e fattibile sulla quale i nostri eletti si stanno già concentrando e che vedrà la luce già all’inizio della nuova legislatura. Perché gli italiani nel mondo – concludono i coordinatori di Forza Italia Canada – si meritano di votare in modo sicuro e di vedersi rispettati come cittadini e come elettori”.

Comments