Attentato Barcellona, Mattarella: “Terroristi non rimarranno impuniti”. Attenzione altissima in Italia

“Dobbiamo avere la capacità di opporci alla violenza”, dice il capo dello Stato. Attenzione altissima in Italia dopo l’attentato in Spagna

Bruno Gulotta e Luca Russo. Sono questi i nomi dei connazionali che hanno perso la vita nell’attentato di Barcellona. Oltre ai nostri fratelli italiani, hanno perso la vita altre 13 persone, cadute sotto le ruote di un furgone scagliato ad alta velocità contro la folla di turisti. Nella notte a Cambrils, cittadina di mare a due ore da Barcellona, un altro tentativo di attentato, stesso modus operandi: una vittima tra i passanti, tutti morti i cinque attentatori, fatti fuori dalle forze dell’ordine spagnole.

Il mondo è commosso e si stringe intorno a tutta la Spagna. Il presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, invia ai familiari di Bruno Gulotta e di Luca Russo “i sentimenti di vicinanza e solidarietà di tutto il popolo italiano” e rivolge “un pensiero di cordoglio alla Spagna e a tutte le vittime, di qualunque nazionalità, di questa ennesima strage”.

“Dobbiamo avere la capacità di opporci alla violenza che sta funestando l’Europa, l’area del Mediterraneo, il Medio Oriente”, continua il capo dello Stato. “Hanno aggredito la vita e la convivenza. Il terrorismo di matrice islamista e i terroristi non rimarranno impuniti”, assicura Mattarella.

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella

Intanto oggi il ministro dell’Interno, Marco Minniti, ha presieduto al Viminale una riunione straordinaria del Comitato di Analisi Strategica Antiterrorismo (C.A.S.A.) alla quale hanno partecipato i vertici nazionali delle Forze di Polizia, dei Servizi di Intelligence e i rappresentanti della sicurezza di Spagna a Roma. Nel corso del Comitato è stata espressa “la più ferma condanna” per l’atto terroristico ed è stata manifestata “la più stretta vicinanza e il cordoglio per le vittime e l’augurio di una pronta guarigione per le persone rimaste ferite”.

L’attenzione rimane altissima nel nostro Paese, il livello della minaccia non cambia per l’Italia. Minniti ha chiesto di tenere elevato il livello di vigilanza, rafforzando sul territorio le misure di sicurezza a protezione degli obiettivi ritenuti più a rischio, nonché verso i luoghi che registrano particolare affluenza e aggregazione di persone.

Comments