VIDEO | Salvini: con questo governo la ‘giustizia’ italiana cade a pezzi

Sulla gestione dell’epidemia e sulla fase 2: ''Hanno illuso medici e infermieri, promettendo riconoscimenti economici mai arrivati. Le pacche sulle spalle non bastano”

Matteo Salvini, nell’anniversario delle stragi di Capaci e di Via D’Amelio, su Facebook scrive: “In memoria di Giovanni Falcone, di sua moglie Francesca e degli uomini della sua scorta, che 28 anni fa vennero barbaramente assassinati. Una giornata sconvolgente che ancora turba coscienze e cuori di tutti gli Italiani”.

“Per non dimenticare mai il loro sacrificio, per onorare la vita degli eroi che l’hanno persa per la libertà di tutti noi, ogni giorno ci guidi un principio: lotta alla mafia, sempre e dovunque, con qualsiasi mezzo. I mafiosi devono stare in galera, non uscirne come accaduto in queste settimane”.

Il leader della Lega sui suoi canali social commenta le dimissioni del direttore generale dei detenuti Giulio Romano: “Fra intercettazioni, dimissioni e scarcerazioni, la ‘giustizia’ italiana cade a pezzi…”.

“MEDICI E INFERMIERI ILLUSI DA CONTE E DE LUCA, CHIACCHIERE MA NO BONUS”

Sulla gestione dell’epidemia e sulla fase 2: ”Hanno illuso medici e infermieri, promettendo riconoscimenti economici mai arrivati. Le pacche sulle spalle non bastano: Governo Conte e Regione Campania riconoscano l’enorme sacrificio degli operatori sanitari, concretizzando le promesse degli ultimi mesi. De Luca chiacchiera ma non sa mantenere la parola nonostante il suo partito sia al governo”.

“Aveva promesso 23 milioni, e oggi una caposala spiega al Mattino di Napoli di non aver visto ancora nulla spiegando che ‘l’unico conforto in questi mesi sono state le luci accese dai giornali che hanno riconosciuto il nostro valore’. Medici e infermieri meritano serietà e risposte concrete”, conclude il leader della Lega.