Sondaggio Termometro Politico: per gli italiani dopo Draghi deve tornare Conte

Fiducia Draghi ancora in calo, rischia di andare sotto il 50%. Intenzioni di voto: scende la Lega, il Pd sfiora il 20%, Fratelli d'Italia al 19,1%

La maggioranza degli italiani si schiera al fianco dei ristoratori che nei giorni scorsi sono scesi in piazza per protestare contro le chiusure imposte dal governo. Il 35% appoggia i lavoratori a prescindere da coloro con cui svolgono le manifestazioni e dalle modalità, il 28,2% si schiera con i ristoratori ma consiglia loro di non accompagnarsi a no vax, no mask e destra radicale, il 27,8% è d’accordo con loro se chiedono più sostegni ma non se vogliono riaperture. Solo l’8% non ha approvato e non approva le proteste dei ristoratori in ogni caso. È quanto emerge dal sondaggio settimanale di Termometro Politico realizato tra il 6 e l’8 aprile.

Per protesta alcuni ristoratori hanno aperto o puntano ad aprire i propri ristoranti. Un terzo degli italiani (35,6%) si dice pronto ad andare al ristorante anche violando le regole. Il 43,1% non ci andrebbe perché troppo pericoloso dal punto di vista sanitario mentre il 18,3% non ci andrebbe per paura di una possibile multa.

Termometro Politico ha chiesto agli intervistati un giudizio sull’operato del governo Draghi mettendolo in relazione con quanto fatto dal governo Conte. Per il 29,7% l’attuale esecutivo sta facendo meglio del governo Conte, per il 22,8% peggio, per il 21,3% male come il precedente governo, per il 7,4% bene come il Conte bis mentre per il 18,1% è ancora troppo presto per dare un giudizio.

Termometro Politico ha chiesto poi chi dovrebbe guidare l’esecutivo dopo il governo Draghi. A sorpresa è l’ex premier Conte a ricevere più preferenze con il 22,2%, segue Salvini col 18,8% e Giorgia Meloni col 17,2%. Il 14,7% rivorrebbe ancora Draghi, il 9,1% Letta mentre il 12,6% nessuno di questi.

Ancora in calo la fiducia degli italiani nel premier Draghi: si è passati dal 51,8% di una settimana fa al 50,8% odierno.

Le intenzioni di voto registrate da Termometro Politico danno la Lega in calo al 23,3%. Risale il Pd che ora sfiora il 20% (19,8%) mentre Fratelli d’Italia sale al 19,1%, valore più alto mai registrato dalla sua fondazione. Cresce anche il Movimento 5 Stelle ora al 15,9%. Passo indietro per Forza Italia che scende al 5,9%. Azione è al 3,2%. Sotto il 3% si trovano La Sinistra (2,8%), Italia Viva (2,7%), +Europa (1,3%), Verdi (1,3%) e Partito Comunista (1%).