POSTE ITALIANE | Anche gli italiani all’estero possono attivare il servizio Spid

Lo Spid si può attivare gratuitamente anche dall'estero con un passaporto elettronico italiano; e che tale operazione è possibile anche con un numero di cellulare non italiano

In una recente puntata di “Striscia la Notizia”, tg satirico in onda sulle reti Mediaset, si è parlato di Spid, il Sistema pubblico di identita’ digitale che permette di accedere ai servizi on line della pubblica amministrazione, con particolare riferimento agli italiani all’estero.

Gli italiani nel mondo, è stato spiegato nel servizio televisivo, non possono ottenere lo Spid con Poste Italiane se non sono provvisti di carta d’identità elettronica e di un numero di telefono cellulare italiano.

Con una nota, il gruppo Poste Italiane precisa che lo Spid si puo’ attivare gratuitamente anche dall’estero con un passaporto elettronico italiano; e che tale operazione e’ possibile anche con un numero di cellulare non italiano.

La scelta di registrare con Spid i possessori di carta d’identita’ elettronica o passaporto elettronico riflette la volonta’ di Poste Italiane di tutelare la sicurezza del sistema e degli utenti, verificando in modo elettronico la validita’ dei documenti utilizzati mediante il chip in essi contenuto.

Degli oltre 10 milioni di Spid operativi, Poste Italiane ha attivato 8 milioni di identita’ digitali. Soltanto nel mese di luglio 2020, Poste Italiane ha registrato il risultato record di oltre 1 milione di identita’ digitali Spid attivate.