Manovra, Battelli (M5S): “Slittamento Quota 100 e Reddito di cittadinanza? Lo escludo”

“Trattiamo su decimali e stime ma non su quei due punti. Assicuriamo al 100% ai cittadini che queste due misure saranno attive dal 2019”

Sergio Battelli, deputato del M5S e presidente della Commissione per le Politiche Ue della Camera, riguardo la trattativa tra Governo e Ue sulla manovra, parlando a Radio Cusano Campus ha detto: “Moscovici dice che non basta il deficit a 2,04%? Siamo in una fase di campagna elettorale per le europee. Noi stiamo facendo quello che gli italiani ci hanno chiesto, il lavoro di mediazione con l’UE ha portato a questo calo del rapporto deficit-pil, ma questo non va ad inficiare su quelli che sono i temi fondanti della manovra”.

Ipotesi slittamento Quota 100 e Reddito di cittadinanza? “Lo escludo assolutamente. Su questo non siamo disposti a trattare. Il premier Conte è andato a Bruxelles con un mandato di questo governo e del popolo italiano che ha votato le due forze politiche di maggioranza per questi due punti fondamentali. Su questo il premier non tratterà, possiamo trattare sui decimali, sul rivedere un attimo le stime, ma assicuriamo al 100% ai cittadini che queste due misure saranno attive dal 2019”.

Berlusconi ha parlato della possibilità di una nuova maggioranza formata da Lega, Forza Italia e alcuni ‘responsabili’ del M5S. “Non credo ad una sola parola di quelle che dice Berlusconi. Visto a quanto è data Forza Italia nei sondaggi, penso che anche gli italiani si siano accorti che tutto quello che esce dalla bocca di Silvio Berlusconi siano falsità. Il nostro gruppo è assolutamente in salute, è un gruppo che discute come è normale che sia, ma che sta lavorando in maniera egregia, stiamo portando avanti grandi risultati in soli 6 mesi. Non siamo assolutamente in vendita e lo dico non solo a Berlusconi ma a tutti, non siamo in vendita per nessuno”.