La pandemia ha messo in crisi i Casinò online?

Sembra proprio che il mondo dei casinò online sia riuscito a far fronte all’emergenza della pandemia...

Hand holding card playing online gambling

Le numerose restrizioni del governo per fronteggiare il coronavirus hanno creato non pochi problemi ai casinò, sia quelli fisici ovviamente ma anche l’online si è ritrovato a fronteggiare una situazione insidiosa. Questo perché la gran parte delle persone che giocano d’azzardo lo fanno tramite scommesse ma ciò comporta un legame molto stretto con il mondo dello sport.

Come ben sappiamo, la pandemia ha bloccato per molti mesi il mondo dello sport mettendo in seria difficoltà anche tutto il mondo delle scommesse sportive online. A peggiorare ulteriormente la situazione sono stati i siti illegali che hanno fiutato le potenzialità che questa situazione ha creato. Se infatti i siti legali di gioco d’azzardo hanno un enorme quantità di controlli e di misure di contenimento per i problemi di ludopatia, quelle illegali non posseggono nulla di tutto ciò.

Malgrado questa situazione complessa, i siti di casinò online sono comunque riusciti a resistere all’impatto della pandemia registrando una lenta ma continua crescita. Questo si può spiegare con il fatto che molte persone chiuse in casa hanno trovato in questi siti una forma di intrattenimento diversa e magari, mai provate finora, permettendo di divertirsi e perché no, anche interagire con gli altri giocatori. Possiamo dire che nel tempo sospeso a cui ci ha costretti la pandemia, questa nuova modalità di contatto a distanza ha salvato tanti dall’isolamento totale.

Come abbiamo detto precedentemente, esistono degli standard regolatori in materia di riciclaggio, gioco minorile, ludopatia. Questi infatti hanno permesso di contenere la spesa media di ogni giocatore in soli 52 euro al mese, ovvero meno di due caffè al giorno. Moreno Morasco, presidente di Logico, ha voluto esprimere la sua opinione a riguardo: “Per anni il gioco online è stato visto come causa di dipendenza patologica, un pregiudizio duro a morire ancora oggi.

La visione, invece, va necessariamente ribaltata, perché il gioco online ha un forte alleato nella tecnologia buona, contro ogni forma di dipendenza e di infiltrazione criminale”. L’associazione Logico è stata costituita nell’aprile del 2016 e si propone di rappresentare gli interessi delle società operanti, attraverso regolare concessione dello Stato italiano, nel settore dei giochi e delle scommesse online. Rappresenta tredici concessionari e provider internazionali italiani del gioco legale online di cui ne citiamo alcuni come Bet365, StarCasinò, William Hill e Leovegas. I giochi più gettonati sono il Poker, le slot machines, il black Jack, il Bingo e le scommesse sportive.

Insomma, sembra proprio che il mondo dei casinò online sia riuscito a far fronte all’emergenza della pandemia e anzi, a cogliere l’occasione per migliorarsi e offrire un servizio sempre migliore.