LA BUONA NOTIZIA | Dalla Repubblica Dominicana 40 borse di studio per giovani italo-dominicani

Sottosegretario agli Esteri, Sen. Ricardo Merlo, fondatore e presidente del MAIE: “Sempre più proficue le relazioni bilaterali tra Italia e Repubblica Dominicana”

Il Sottosegretario agli Esteri Sen. Ricardo Merlo stringe la mano all'Ambasciatrice della Repubblica Dominicana a Roma, Peggy Cabral

Il Sottosegretario agli Esteri Sen. Ricardo Merlo ha ricevuto oggi nel suo ufficio alla Farnesina l’Ambasciatrice della Repubblica Dominicana in Italia, Peggy Cabral.

“Le relazioni bilaterali tra Italia e RD sono diventate sempre più costanti e proficue dopo la riapertura dell’Ambasciata d’Italia a Santo Domingo e dopo il trasferimento della sede diplomatica tricolore nella nuova struttura, più sicura e moderna”, ha dichiarato il Sottosegretario Merlo a margine dell’incontro; relazioni bilaterali più forti “anche grazie all’importante lavoro svolto dal nostro Ambasciatore in Repubblica Dominicana, Andrea Canepari“, ha aggiunto l’esponente del governo italiano.

Il Paese dei Caraibi, anche in conseguenza del rafforzarsi dei rapporti reciproci con l’Italia, offrirà 40 borse di studio a giovani dominicani desiderosi di frequentare corsi di laurea presso i nostri atenei, avendo stipulato accordi con l’Università di Reggio Calabria e con quella di Messina. Una buona percentuale di queste borse di studio verrà riservata ai dominicani con cittadinanza italiana o di origine italiana.

ALLA FARNESINA

Il Sottosegretario Merlo, attraverso l’Ambasciatrice Cabral, ha anche ricevuto l’invito, da parte dell’Associazione di amicizia parlare Italia-RD, di recarsi in visita in Repubblica Dominicana per continuare il percorso di collaborazione tra i due Paesi.

Merlo ha poi ricevuto Ricardo Sosa, il Ministro de Obras Públicas per la provincia di Cordoba, una delle regioni più ricche dell’Argentina. Con lui c’erano anche Ricardo Sosa, insieme al Secretario Finanziamento Roque Spedalieri e al Jefe de Asesores Hugo Testa.

Durante l’incontro si è discusso della possibilità di attivare con le più grandi imprese italiane progetti di alta ingegneristica per la costruzione di nuove infrastrutture nella provincia di Cordoba.

FOTO RICORDO