Italiani all’estero, Stefano Queirolo Palmas nuovo Ambasciatore d’Italia a Santo Domingo

Genovese, classe 1961, Queirolo Palmas si laurea in scienze politiche all’Università di Genova ed entra in carriera diplomatica nel 1986

Da lunedì 20 settembre Stefano Queirolo Palmas è il nuovo Ambasciatore d’Italia a Santo Domingo, 30° inviato italiano residente dal 1898 nella Repubblica Dominicana. Prende il posto dell’Ambasciatore Andrea Canepari, che molto ha lavorato per riallacciare le relazioni bilaterali tra Italia e RD dopo la chiusura dell’Ambasciata a Santo Domingo nel 2014.

“L’Ambasciata dovrà consolidare una presenza rivolta al futuro – dichiara Queirolo Palmas -, al servizio del rapporto tra i due Stati e delle esigenze di una comunità italiana numerosa e in crescita, di sempre nuove opportunità per la promozione del nostro sistema Paese”.

Genovese, classe 1961, Queirolo Palmas si laurea in scienze politiche all’Università di Genova ed entra in carriera diplomatica nel 1986. Il primo incarico alla Farnesina è alla Direzione generale del Personale; nel 1989 è secondo segretario commerciale a Luanda, dove viene confermato con funzioni di primo segretario commerciale fino al 92, anno in cui lascia l’Angola per la Spagna: è primo segretario a Madrid. Nel 1997 torna a Roma, di nuovo alla DG Personale.

Nel 1999 è reggente al Consolato Generale a Sydney; l’anno seguente è confermato come console generale. Nel 2002 primo consigliere a Riad; nel 2005 Console Generale a Marsiglia. Nel 2007 torna a Roma, prima alla DG Integrazione Europea e poi alla DG Paesi Mediterraneo e Medio Oriente.

Nel 2010 è posto alle dirette dipendenze del Direttore Generale per i Paesi del Mediterraneo e del Medio Oriente, Coordinatore per i Paesi del Golfo, le iniziative di sistema del Tavolo Golfo e le competenze della Direzione in ambito Task Force Iraq; nel dicembre dello stesso anno è alle dirette dipendenze del Direttore Generale per gli Affari Politici e di Sicurezza, e, dal febbraio 2013, con funzioni vicarie del Vice Direttore Generale/Direttore Centrale per i Paesi del Mediterraneo e del Medio Oriente; Coordinatore delle iniziative multilaterali del Mediterraneo e del Golfo.

Ambasciatore a Copenaghen dall’ottobre 2013, nel 2018 torna a Roma ed è posto alle dirette dipendenze del Capo del Cerimoniale Diplomatico della Repubblica. Nel dicembre 2018 è invece alle dirette dipendenze del Direttore Generale per la Promozione del Sistema Paese e dal novembre 2019 assume anche le funzioni vicarie del Vice Direttore Generale/Direttore Centrale per l’innovazione e la ricerca, incarico che ora lascia per la Repubblica Domenicana.