Giovanni Arena (sindaco di Viterbo): “Non vogliamo altri rifiuti di Roma”

“Già ne accogliamo una parte, più quelli che arrivano da Rieti. Siamo al limite. Con successo facciamo la raccolta differenziata, non vogliamo tornare indietro di vent’anni”

Giovanni Arena, sindaco di Viterbo

Giovanni Arena, sindaco di Viterbo, è intervenuto a Radio Cusano Campus e ha espresso la sua contrarietà ad accettare altri rifiuti a Roma, oltre alla quantità che arriva giornalmente nel Tmb della città della Tuscia.

No ad altri rifiuti di Roma. “Più volte, negli anni passati, siamo venuti incontro alle inefficienze del comune di Roma. Già conferiamo nei nostri impianti i rifiuti provenienti dalla capitale, non vogliamo che questo quantitativo aumenti. Mi auguro che l’ordinanza della Regione Lazio non coinvolga anche Viterbo. Noi accogliamo i rifiuti di Rieti e una parte dei rifiuti di Roma. Se il quantitativo dalla capitale dovesse aumentare avremmo dei problemi. Non abbiamo la capacità di assorbire ulteriori tonnellate di rifiuti. Mi auguro che vengano individuate soluzioni alternative e che non venga penalizzato ancora il nostro comune. Siamo al limite. Per non parlare poi del via vai dei camion”.

La raccolta differenziata a Viterbo. “Noi stiamo incrementando la raccolta differenziata con il porta a porta proprio per evitare l’utilizzo della discarica per l’indifferenziato. Stiamo facendo un grande lavoro di sensibilizzazione verso la cittadinanza, stiamo ottenendo un grande successo, non vorremmo tornare indietro di vent’anni e riempire di nuovo la discarica che utilizziamo il meno possibile”.

Un’emergenza per tutto il Lazio. “La Regione Lazio e il comune si rimpallano la responsabilità da quindici anni, il comune non individua i siti per lo smaltimento dei rifiuti, la Regione non riesce a redigere il piano dei rifiuti perché è incompleto. La difficile situazione dei rifiuti a Roma sta diventando un’emergenza per tutto il Lazio”.