Giornata mondiale del cinema italiano, il nostro cinema si presenta all’estero

Lucia Borgonzoni, sottosegretario alla Cultura: "Il racconto del nostro paese, il racconto di noi, delle nostre sensibilità è un racconto attraverso l'audiovisivo che deve unirci e che ha dimostrato di unirci”

Cinema italiano

Sabato 19 giugno, seconda Giornata mondiale del cinema italiano, inserita nell’ambito dell’iniziativa “Fare Cinema” organizzata dal ministero degli Esteri e della Cultura. Obiettivo: rimettere le ali al cinema italiano attraverso i suoi giovani e migliori talenti, partendo dalla scena nazionale e proiettandoli nel panorama internazionale.

Il deputato Nicola Acunzo, presidente dell’Intergruppo Cinema e Arti dello Spettacolo, in una conferenza stampa alla Camera che anticipa la Giornata, ha detto: “La giornata mondiale del cinema italiano dà la possibilità ai cortometraggi e agli autori dei David di Donatello di avere una sorta di distribuzione cinematografica ‘di Stato’. Una gioia che questi talentosi giovani, nuove autrici e nuovi autori del cinema italiano, attraverso le istituzioni, possano avere visibilità ma soprattutto una possibilità concreta di far diventare i loro cortometraggi dei lungometraggi”.

Lucia Borgonzoni, sottosegretario alla Cultura: “Il racconto del nostro paese, il racconto di noi, delle nostre sensibilità è un racconto attraverso l’audiovisivo che deve unirci e che ha dimostrato di unirci. La Commissione Cultura è la dimostrazione di come si possano fare veramente delle grandi cose assieme. Credo sia fondamentale riuscire a dare sempre più centralità ai giovani autori e registi. Noi sicuramente faremo una serie di interventi anche all’interno del PNRR in questa direzione”.