GERMANIA | Italiani all’estero, operativo Sportello Consolare a Saarbrücken. CGIE e Intercomites: “Merito di Ricardo Merlo”

“Ad accogliere le ripetute istanze e gli appelli è stato il Senatore Ricardo Merlo, già Sottosegretario agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale nei due governi guidati da Giuseppe Conte”

Il Sottosegretario agli Esteri Sen. Ricardo Merlo, fondatore e presidente del MAIE, con il ministro Presidente del Saarland, Tobias Hans, durante la sua ultima visita in Germania (luglio 2020)

Il Consiglio Generale per gli Italiani all’Estero, l’Intercomites/Germania e il Comites/Saar, rendono noto che è operativo il nuovo Sportello Consolare a Saarbrücken, collegato direttamente al Consolato Generale d’Italia a Francoforte sul Meno.

“La soddisfazione deriva anche dalla circostanza, che ormai da anni, gli organismi elettivi degli italiani all’estero chiedevano, in ogni occasione e a tutti gli interlocutori dell’Amministrazione consolare italiana, la riapertura di una sede consolare di prossimità a Saarbrücken, ingiustamente soppressa nel 2014 – si legge in una nota congiunta di CGIE, Intercomites Germania e Comites Saarbrücken -. Ad accogliere le ripetute istanze e gli appelli è stato il Senatore Ricardo Merlo, già Sottosegretario agli Affari Esteri e alla Cooperazione Internazionale nei due governi guidati da Giuseppe Conte. La sua visita nel Saarland nel mese di luglio dello scorso anno al Governatore del Land, Tobias Hans, ha tracciato l’inizio di un percorso che ha portato all’apertura di un’unità consolare nell’ultima settimana di marzo”.

Il Comites di Saarbrücken, l’Intercomites Germania e il CGIE “sono perfettamente coscienti che la creazione di una micro unità consolare a Saarbrücken, forte di appena due impiegati, che al momento erogano tutti quei servizi che implicano la presenza fisica dell’utente, rappresenta un primo passo verso una più vasta e auspicata decentralizzazione dei servizi consolari in presenza e a distanza – continua la nota -. Nella nuova sede di Saarbrücken, nel frattempo, si procede al prelievo dei dati biometrici per passaporti e carte d’identità elettroniche, alle autentiche di firme e all’una o altra certificazione. Questi servizi di prossimità, ritenuti indifferibili sono necessari per evitare agli italiani della Saar lunghi viaggi, a volte di quattrocento chilometri, per raggiungere il Consolato italiano a Francoforte che spesso consistono nella perdita di una giornata di lavoro”.

Am 10.07.2020 ist der italienische Staatssekretär für auswärtige Angelegenheiten und internationale Zusammenarbeit , zu einem Gespräch in der Staatskanzlei in Saarbrücken . Im Bild der italienische Staatssekretär Ricardo Antonio Merlo und der saarl. Ministerpräsident Tobias Hans . Copyright: Andreas Schlichter Foto ist honorarpflichtig! ( + Belegexemplar )

Secondo il Comites di Saarbrücken, l’Intercomites Germania e il CGIE “la riapertura dello sportello consolare a Saarbrücken offre all’Ambasciatore a Berlino di fresca nomina, Armando Varricchio, e ai suoi interlocutori del MAECI, la possibilità per ristrutturare la rete consolare, mirando alla decentralizzazione dei servizi nelle grandi ed estese circoscrizioni consolari, con la creazione di piccole unità di prossimità, vicine ai connazionali e maggiormente sensibili ai loro reali bisogni”.