Firmato un patto di amicizia tra Umbria e Cuba

Il patto prevede collaborazioni culturali, imprenditoriali e artigianali in occasione di iniziative o eventi "per accrescere la propria riconoscibilità internazionale"

Firmato ieri mattina il Patto di amicizia tra i comuni di Gualdo Tadino, Amelia e Cardenas (Cuba). Un patto – spiega il Corriere dell’Umbria – che rientra nel progetto internazionale Hub particular – politiche partecipate per l’artigianato quale motore di sviluppo inclusivo e sostenibile, finanziato dall’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo.

A fare da testimone alla sottoscrizione del patto, l’ambasciatrice di Cuba in Italia, Mirta Granda Averhoff, e il prefetto di Perugia, Armando Gradone. Il patto è stato sottoscritto dal sindaco di Cardenas, Lazaro Vicente Suarez Navarro, e dai sindaci di Gualdo Tadino, Massimiliano Presciutti, e Amelia, Laura Parnazza.

Il patto prevede collaborazioni culturali, imprenditoriali e artigianali in occasione di iniziative o eventi “per accrescere la propria riconoscibilità internazionale”.