FARNESINA | Di Maio: “Continua il lavoro per riportare a casa gli altri italiani sequestrati all’estero”

"L'Italia non lascia indietro nessuno", ha assicurato il titolare della Farnesina, con un pensiero a padre Pier Luigi Maccalli, scomparso in Niger, così come a padre Paolo Dall'Oglio

Luigi Di Maio, ministro degli Esteri, accoglie Silvia Romano all'aeroporto di Ciampino

Luigi Di Maio, ministro degli Esteri, accogliendo Silvia Romano a Ciampino dopo la sua liberazione in Somalia, ha rivolto un messaggio di speranza anche ai familiari dei connazionali che sono ancora in stato di prigionia all’estero.

“L’Italia non lascia indietro nessuno”, ha assicurato il titolare della Farnesina, che poi ha aggiunto: “Lavoreremo per riportarli a casa, il lavoro continuerà e andrà avanti nelle prossime ore”.

Questo dunque il rinnovato impegno del ministro degli Esteri, con un pensiero a padre Pier Luigi Maccalli, scomparso in Niger (e riapparso in Mali tenuto prigioniero con Nicola Chiacchio), così come a padre Paolo Dall’Oglio, inghiottito ormai da molti anni dal ginepraio siriano.