Elezioni Comites, completata la raccolta firme per la lista “Italiani per Gerusalemme”

Sino alla data odierna vi era a Gerusalemme un Comites di nomina consolare, Comites che fu creato dal Console Generale di allora Davide La Cecilia

Completata nella circoscrizione consolare di Gerusalemme la raccolta firme da parte della lista candidati per il Comites di Gerusalemme “Italiani per Gerusalemme”.

In data 1 ottobre e’ stata presentata ufficialmente al Consolato Generale d’Italia a Gerusalemme la lista dei 13 candidati – si legge in un comunicato -, accompagnata per l’appunto dalle oltre 70 firme di coloro che hanno sottoscritto ed appoggiato tale lista.

Sino alla data odierna vi era a Gerusalemme un Comites di nomina consolare, Comites che fu creato dal Console Generale di allora Davide La Cecilia; ma visto l’aumento degli italiani iscritti all’AIRE e registrati regolarmente nel Consolato della circoscrizione, da quest’anno e’ possibile indire elezioni per il nuovo Comitato.

La lista “Italiani per Gerusalemme” e’ composta da professionisti in diversi settori: nel campo dell’architettura e restauro, professori, impiegati nel campo delle costruzioni, economia, avvocati civilisti e penalisti, docenti universitari, computers.

“La meta della lista e’ quella del rafforzamento e consolidamento della comunita’ italiana nella circoscrizione consolare, maggiore collaborazione con gli anziani della comunita’, attivita’ sportive per i giovani, allargamento dell’insegnamento della lingua italiana, e chiaramente collaborazione con il Consolato Generale; a capo della lista l’avvocato e notaio Beniamino Lazar. Nel mese di ottobre sara’ compito del Comites uscente e dei candidati alle prossime elezioni, fare in modo che un sempre maggior numero dei connazionali presenti al Consolato la richiesta per ricevere il plico elettorale. Purtroppo molti, special modo tra gli anziani, trovano frosse difficolta’ nel presentare la richiesta per via telematica, per cui lo sforzo e’ quello di presentare le richieste per ricevere il plico elettorale, in forma cartacea”.