DL SCUOLA | Migliore (Iv): “Abbiamo votato il provvedimento, ma non siamo entusiasti dell’operato di Azzolina”

“La ministra deve darsi una svegliata e mettere al lavoro le persone competenti che possano determinare un meccanismo per riaprire le scuole in sicurezza”

Gennaro Migliore, deputato di Italia viva, è intervenuto su Radio Cusano Campus e sul dl Scuola ha detto: “Quando le cose non funzionano all’interno di una compagine governativa, il modo migliore per aiutare gli amici è dire che sbagliano”.

“Non possiamo difendere le cose indifendibili che ha detto la Azzolina in questi mesi. Abbiamo votato il provvedimento su cui abbiamo trovato un accordo, ma certamente non possiamo dire di essere entusiasti dell’operato della ministra. C’è stata una paralisi all’interno del Ministero della scuola, dovuto a un totale isolamento della ministra Azzolina che ha organizzato l’ennesima task force di persone che nessuno conosceva e che sostanzialmente non ha portato alcun risultato perché stiamo ancora a discutere di come tornare a scuola a settembre”.

“La ministra deve darsi una svegliata e mettere al lavoro le persone competenti che possano determinare un meccanismo per riaprire le scuole in sicurezza, ma senza cose assurde tipo mettere i caschi agli insegnanti. Anche superando alcune rigidità sindacali, bisogna prendere in mano la situazione”.

“Auspico che in Parlamento si discuta molto rapidamente del piano di riapertura e soprattutto di metterci i soldi. Si dice che il Mes serve solo per gli ospedali, ma non è vero, serve per tutti i danni del Covid, quindi alcuni dei 37 miliardi possono essere utilizzati anche per adeguare le strutture scolastiche per il rischio Covid”.

“Che senso ha fare le ore di 40 minuti come ha proposto la Azzolina? Non possiamo ridurre la formazione per garantire la formazione, dobbiamo aumentare la sicurezza per garantire l’adeguata formazione”.

“Plexiglass? Non facciamo una nuova stagione di acquisti inutili. Servono nuove strutture per aumentare il numero delle classi. C’è bisogno di risorse e di una programmazione rapida perché settembre è già arrivato e l’idea che ci sia una discussione in corso sul plexiglass fa la felicità solo di chi produce queste barriere in plexglass. La Buona Scuola è stata selvaggiamente criticata dai sindacati, ma è stato dimenticato che erano stati stanziati 10 miliardi di euro. Il piano di messa in sicurezza delle scuole è importante come il piano di messa in sicurezza del territorio”.