CORONAVIRUS | Una ristoratrice italiana in Germania: “Pochi clienti, la gente ha paura”

“A livello economico abbiamo avuto un finanziamento di 9mila euro a fondo perduto e le tasse sono state posticipate, l'iva è al 7%. Adesso sono previsti ulteriori 3mila euro a fondo perduto per il settore gastronomico"

Stoccarda

Maria Pia Gentile, titolare del ristorante “Il Pescatore” a Stoccarda, è intervenuta su Radio Cusano Campus.

“I ristoranti hanno potuto riaprire dal 13 maggio, ma noi abbiamo riaperto solo oggi”, ha affermato la signora Gentile.

“Ci sono diverse regole da rispettare – ha spiegato -. Ogni tavolo deve essere distanziato di almeno un metro e mezzo e può essere al massimo da quattro persone, se appartengono allo stesso nucleo familiare. Poi mascherine e guanti per il personale e gel igienizzante anche per i clienti”.

“A livello economico abbiamo avuto un finanziamento di 9mila euro a fondo perduto e le tasse sono state posticipate, l’Iva è al 7%. Adesso sono previsti ulteriori 3mila euro a fondo perduto per il settore gastronomico”.

“Attualmente ci sono pochi clienti perchè la gente ha paura, feste non si possono fare. Noi abbiamo 15 tavoli all’interno e all’esterno, ora stiamo sfruttando più i tavoli all’aperto. Il freno è la paura del contagio perché a livello economico la nostra clientela non ha problemi”.