CORONAVIRUS | L’ironia di Salvini: “In Italia il virus fa il ‘pisolino’ dalle 6 alle 18, poi esce” [VIDEO]

E sul turismo: “Il governo ha fatto il bonus vacanze che e' una boiata pazzesca, che non va bene ne' ai turisti ne' agli albergatori"

Matteo Salvini, dalla spiaggia di Rosignano Solvay, in provincia di Livorno, dove si trova per un tour elettorale in vista delle regionali in Toscana, ha commentato l’obbligo di usare la mascherina nei luoghi pubblici dalle 18 alle 6.

“In Italia abbiamo un virus che fa il pisolino dalle due alle sei”, ha ironizzato il leader della Lega, per poi continuare: “Se negli altri paesi del mondo vedono che c’e’ uno stato di emergenza, non si fa un buon servizio al turismo italiano. Hanno imposto l’obbligo della mascherina nei luoghi pubblici dalle 18 alle 6 della mattina, perche’ il virus fino cinque, cinque e mezza riposa. Abbiamo in Italia un virus che fa il pisolino, dalle 6 alle 18, e poi alle sei del pomeriggio esce”.

Per Salvini è invece importante “usare la testa, mantenere le distanze, usare la mascherina dove e’ obbligatorio”.

Ancora sul turismo: “Il governo ha fatto il bonus vacanze che e’ una boiata pazzesca, che non va bene ne’ ai turisti ne’ agli albergatori”. “E’ un foglietto di carta da 400 euro – ha aggiunto Salvini – che tu non vai a incassare in banca, ma usi come credito d’imposta a fine anno se hai guadagnato e se non hai guadagnato il foglietto di carta te lo infilo nel taschino e ripassi l’anno prossimo”.