CORONAVIRUS | Italiani bloccati all’estero, Sottosegretario Merlo: “Lavoriamo per riportarvi a casa” [VIDEO]

Ricardo Merlo, Sottosegretario agli Esteri: “La nostra rete diplomatica sta compiendo enormi sforzi e sta portando avanti un grande lavoro per riportare in Patria i connazionali rimasti bloccati all'estero. Lo voglio dire chiaramente ai tanti che ancora oggi sono lontani dallo Stivale: il governo italiano non vi lascia soli”

Continua senza sosta il lavoro della Farnesina per fare in modo di riportare a casa i tanti italiani rimasti bloccati all’estero a causa delle restrizioni di viaggio dovute all’emergenza coronavirus. Oltre ai voli organizzati dal ministero degli Esteri in collaborazione con alcune compagnie aeree, come Alitalia e Neos, sono stati organizzati trasporti via mare – da Barcellona a Civitavecchia, per esempio – con una nave capace di trasportare fino a mille, millecinquecento persone. Sono in contatto con la mia segreteria e con tutti i miei collaboratori 24h, stiamo seguendo i casi uno per uno e mettendo in campo tutti gli sforzi possibili, tesi a non abbandonare nessuno”. Lo dichiara in una nota il Sottosegretario agli Esteri Sen. Ricardo Merlo, fondatore e presidente del MAIE – Movimento Associativo Italiani all’Estero.

“Per domani, intanto, sono previsti altri tre voli speciali, per la tratta Tenerife-Fiumicino-Malpensa, Gran Canaria-Fiumicino-Malpensa e Fuerteventura-Fiumicino-Malpensa. Ringrazio l’Unità di crisi della Farnesina e l’ambasciata d’Italia a Madrid, che hanno lavorato insieme, coordinandosi al meglio per arrivare a raggiungere l’obiettivo”.

“La nostra rete diplomatica – prosegue Merlo avviandosi alla conclusione – sta compiendo enormi sforzi e sta portando avanti un grande lavoro per riportare in Patria i connazionali rimasti bloccati all’estero. Lo voglio dire chiaramente ai tanti che ancora oggi, loro malgrado, sono lontani dallo Stivale: il governo italiano non vi lascia soli. Lavoriamo senza pause per riportarvi a casa”.