BREXIT | Console Generale a Londra, Marco Villani: “Domanda di servizi destinata a crescere, saremo pronti”

“Ci faremo trovare pronti, qui in Consolato Generale e presso gli Uffici onorari sparsi sul territorio , i quali primeggiano, all’interno della rete diplomatica onoraria, per pratiche lavorate”

“Cari connazionali, desidero farvi giungere a nome mio e di tutto il personale del Consolato Generale d’Italia a Londra i più sinceri ed affettuosi auguri per le festività. Il 2019 è stato un anno particolarmente complesso per il Regno Unito e per i connazionali che qui vi risiedono”. Nel messaggio di auguri per il nuovo anno che il Console generale a Londra, Marco Villani, indirizza a tutti i connazionali, non poteva non esserci spazio per il tema Brexit, con tutte le conseguenze del caso per gli italiani residenti in UK: “Il tema della Brexit ha dominato il dibattito pubblico, amplificando i timori riguardanti il futuro dei milioni di cittadini europei che stabilmente contribuiscono al benessere di questo Paese”, scrive, infatti, Villani. “Per venire incontro a tali preoccupazioni, il Governo italiano ha varato quest’anno il cd. Decreto Brexit che, tra le tante misure a tutela degli italiani nel Regno Unito, ci ha permesso di individuare una sede distaccata dove ospitare personale aggiuntivo per incrementare la produttività e riequilibrare la domanda e offerta di servizi consolari. I risultati spero li possiate apprezzare sin d’ora, grazie alla diminuzione dell’arretrato AIRE e alla sua semplificazione attraverso l’iscrizione online (portale “Fast it”), l’azzeramento dei tantissimi cambi di indirizzo – fenomeno specifico della realtà britannica – e della lavorazione quasi giornaliera delle dichiarazioni di valore dei titoli di studio/professionali”.

Scrive ancora Villani: “Siamo consapevoli che la Brexit e il conseguente aumento delle registrazioni AIRE genererà anche un incremento della domanda di servizi. Ci faremo trovare pronti, qui in Consolato Generale e presso gli Uffici onorari sparsi sul territorio , i quali primeggiano, all’interno della rete diplomatica onoraria, per pratiche lavorate. Nel 2020 continueremo l’attività di razionalizzazione della rete consolare onoraria e dei corrispondenti consolari. Quest’anno, ulteriori kit per la raccolta dei dati biometrici sono stati consegnati e hanno giurato nuovi funzionari onorari a Manchester, Bristol, Ashford e Guernsey. Speriamo con ciò di avvicinarci sempre più a tutti i connazionali residenti in tutto il territorio britannico”.

Nel 2019, ricorda Villani, “abbiamo proseguito nell’attività di apertura della nostra Sede agli esponenti italiani delle professioni nell’ambito della cosiddetta “promozione integrata”, elemento portante delle politiche della Farnesina per lo sviluppo del sistema Paese. In tale ambito sono state lanciate convenzioni per i connazionali in ambito medico (Dottore London) ed energetico (Green Network Energy) e abbiamo esposto collezioni artistiche grazie al coinvolgimento di artisti italiani. Spero che queste innovazioni possano facilitare l’interconnessione dell’ampia comunità italiana e vi invito a seguire i nostri canali social (Facebook e Twitter), attraverso i quali veicoliamo i messaggi principali e le informazioni utili, soprattutto in situazioni di emergenza”.

“Concludo ringraziando tutto il personale del Consolato Generale, il quale prova a rispondere con professionalità, senso del dovere ed impegno alle sempre più complesse e diversificate necessità di una comunità in continua espansione. Anche a loro – conclude Villani – va il mio personale apprezzamento e i più affettuosi auguri per il 2020. Formulo a voi tutti, cari connazionali, i migliori auguri per un felice e sereno 2020”.