Boldrini, ‘Renzi? Apprezzo sua velocità, smuove la palude’

Laura Boldrini, presidente della Camera, parla di Matteo Renzi in una intervista a L’Espresso: “Non lo conosco abbastanza, lo vedo soltanto nelle cerimonie ufficiali e mi sembra una persona molto energetica. In questo senso muove un po’ la palude e quindi fa un effetto positivo", ma "ci sono cose che ha lasciato un po’ indietro, spero provvisoriamente. Per esempio non ci sono ancora figure di riferimento per le pari opportunità e per l’integrazione. Apprezzo la sua velocità, ma spero che la fretta gli consenta di essere inclusivo e quindi di ottenere il meglio per tutti".

Sulla promessa del premier sulle unioni civili commenta: "Lo spero. Per chi conosce tanti altri Paesi la situazione italiana in questo campo è non solo immobile e retrograda, ma anche paradossale, perché la società è molto più avanti della politica. Ormai le coppie di fatto etero ed omosessuali si vanno organizzando da sole, magari con l aiuto di notai".

Boldrini, eletta 15 mesi fa al più alto scranno di Montecitorio, dice di interpretare questo ruolo a modo suo: "energico". "Se ci sono cose che non vanno voglio che mi si dica. Così come intendo rafforzare gli aspetti positivi. E’ il sistema più utile per riparare gli errori e prepararsi a nuove sfide".

E spiega: "Io non sono una donna mansueta, ho una storia che parla per me. Non sono arrivata qui per militanza di partito nè per parentele. Sono il risultato di una maturazione politica che richiedeva una figura portatrice di valori innovativi. Chi ha pensato che potessi essere la muta vestale di un istituzione dia un occhiata a quello che sto facendo qui dentro: riforma del Regolamento, campagne di ascolto, semplificazione, trasparenza, rimozione di segreti, presenza della Camera sui maggiori social network”.

Sul rapporto ‘burrascoso’ con i deputati 5Stelle commenta: "Anche in questo ambiente i pregiudizi sono duri a morire: se un uomo batte i pugni sul tavolo è uno di carattere. Se lo fa una donna è un’isterica".