7 abitudini sane per mantenere la tua mente allenata

Se anche a te interessa rimanere in forma mentalmente, scopri quali sono le abitudini che possono far sì che il tuo cervello mantenga la sua piena lucidità

Ci sentiamo sempre dire che mantenere il corpo in forma è importantissimo, ma ormai gli esperti concordano su quanto sia benefico anche allenare la mente, per mantenerla giovane. Se anche a te interessa rimanere in forma mentalmente, scopri quali sono le abitudini che possono far sì che il tuo cervello mantenga la sua piena lucidità.

1. Consuma Omega 3

Ne avrai sentito molto parlare per i diversi benefici che hanno. Gli omega 3 sono acidi grassi polinsaturi che, secondo diversi studi, sono capaci di supportare le funzioni cerebrali sotto più aspetti. Da una parte, consumare cibi con Omega-3 aiuta a migliorare la memoria e, dall’altra, aiuta a prevenire e a migliorare gli effetti delle fasi iniziali di malattie come l’Alzheimer, i cui casi sono in aumento anche in Italia.

Dove si trova l’Omega 3?

Nella chia, nella farina d’avena, nella quinoa, nei semi di lino, nelle noci, nell’olio d’oliva e in vari pesci come tonno, salmone, trota, orata, aringa, acciughe, sardine e sgombro. Una dieta equilibrata dovrebbe includere almeno 2 porzioni di pesce grasso a settimana (evitando di mangiarlo fritto).

2. Fai movimento

L’attività fisica è capace di produrre l’ormone corticotropina o CRH, che ha un effetto protettivo sul cervello in generale e, in particolare, sull’area che ha a che fare con la perdita di memoria. Sembra che abbia degli effetti benefici anche sulla prevenzione dell’Alzheimer, secondo alcuni recenti studi.

Quanta attività fisica fare?

Secondo la ricerca medica servono circa 3 ore a settimana di esercizio fisico moderato o un’ora e mezzo di esercizio intensivo. Questo vale soprattutto quando si effettua da adulti, in quanto è così che si riescono a ridurre le possibilità di sviluppare la demenza in età avanzata.

3. Riposa bene e dedica del tempo a te stesso

Sappiamo tutti che le persone che dormono poco o che hanno un sonno di scarsa qualità hanno una ridotta capacità di attenzione, una concentrazione inferiore, una minore memoria di lavoro e anche una maggiore irritabilità.

Per riposare bene le ore di sonno devono essere tra le sette e le otto e queste devono essere di qualità. Oltre a non appesantirsi troppo la sera ed evitare gli apparecchi elettronici prima di dormire, aiuta mangiare sano, essere fisicamente attivi e leggere prima di coricarsi.

Dai i giusti spazi al relax

Non è importante solo riposare la notte. Per riuscire a tenere la mente fresca devi saper trovare il modo di rilassarti, per esempio con la meditazione o facendo yoga. Allo stesso tempo, il nostro cervello ha bisogno di tenersi in allenamento con “sfide” sempre nuove per staccare dal tran tran quotidiano, come i cruciverba, i rompicapo o i casinò online proposti da Bonusfinder Italia. I diversi challenge infatti sono capaci di stimolare le attività cerebrali che così rimangono “sveglie” durante la giornata.

4. Impara e pratica una o più lingue

Le persone che parlano due lingue hanno una maggiore flessibilità mentale rispetto a quelle che ne parlano solo una, ma è anche necessario mantenerle entrambe sempre attive. Quando questo avviene, si rafforza la muscolatura mentale e migliora la funzione esecutiva.

La complessità del bilinguismo

Cercare di usare quotidianamente o quasi due o più lingue è un tipo di allenamento mentale molto efficace poiché in qualche modo per attivare una lingua devi disattivare l’altra. Questo “switch” da una lingua all’altra richiede molta attenzione e sembra che abbia la capacità di ritardare gli effetti della senilità sul cervello.

5. Ascolta la musica

Quando ascoltiamo la musica esercitiamo il nostro cervello in un modo unico, anche senza accorgercene. Ci sono prove scientifiche sufficienti che dicono che solo ascoltando la musica, come ancora meglio suonare uno strumento, abbiano la capacità di cambiare il nostro cervello, allenando e migliorando varie funzioni mentali.

Che tipo di musica è meglio ascoltare?

Non è vero che la musica classica ci rende più intelligenti, ma è vero che offre al cervello un ambiente migliore per sviluppare idee e ripristinare connessioni neurali che ci permettono di essere più vigili, concentrarci meglio e migliorare l’apprendimento. La musica di altri generi è comunque benefica, ma più ad altri scopi (come migliorare l’umore).

6. Fai spuntini con gusto

Uno studio rivelatore suggerisce che mangiare cioccolata fondente (o meglio berla, se in tazza) tutti i giorni per un mese migliora i punteggi dei test cognitivi e aumenta il flusso sanguigno al cervello. Inoltre, è capace di stimolare la produzione di endorfine (con il conseguente miglioramento dell’umore), mentre la caffeina che contiene favorisce la concentrazione.

Quale tipo di cioccolata?

Non tutta la cioccolata fondente va bene. In commercio infatti ne esistono di tanti tipi, con troppo zucchero dentro o con latte e altri additivi. Di solito viene considerata “salutare” la cioccolata che abbia almeno l’85% di cacao.

7. Ridi più spesso

L’umorismo e le risate aiutano a combattere la perdita di memoria negli adulti. I ricercatori statunitensi hanno mostrato un video umoristico di 20 minuti a un gruppo di persone e hanno scoperto che riduceva il loro stress e portava a grandi miglioramenti nei test della memoria, rispetto a coloro che non lo guardavano.

Perché ridere fa bene al cervello?

Il semplice ridere o divertirsi aumenta il rilascio di endorfine e dopamina nel cervello, che forniscono un senso di piacere e ricompensa. Secondo i ricercatori ci sono cambiamenti nell’attività delle onde cerebrali che migliorano anche la memoria e i ricordi.