Pessina (Fi), “gioia dei siciliani nel mondo per vittoria storica del centrodestra”

“Forza Italia si conferma primo partito del centrodestra. Fondamentale per la vittoria l’impegno in campagna elettorale del nostro presidente, Silvio Berlusconi”

Nello Musumeci, governatore della Sicilia

“Grande soddisfazione per il nostro successo alle elezioni siciliane. Tanti siciliani nel mondo in queste ore ci stanno contattando attraverso i diversi canali esprimendo la propria gioia per una vittoria storica, che finalmente libererà la Sicilia da Crocetta e dai suoi compagni di merende. Il centrodestra al governo, con Musumeci presidente della Regione, restituirà alla meravigliosa terra siciliana, martoriata da anni di amministrazione pasticciona e inconcludente, l’attenzione e il rispetto che merita”. Così in una nota il Sen. Vittorio Pessina, responsabile nazionale del dipartimento Italiani all’estero di Forza Italia, che prima delle elezioni regionali in Sicilia aveva fatto appello ai tanti siciliani sparsi nel mondo preoccupati per il destino della propria terra affinchè si rivolgessero ai loro parenti anche dall’estero per sostenere Musumeci e Forza Italia.

“Forza Italia si conferma primo partito del centrodestra, secondo i dati che ci stanno arrivando proprio in queste ore. L’impegno in campagna elettorale del nostro presidente, Silvio Berlusconi, generosamente sceso in Sicilia a sostegno di Nello Musumeci, ha certamente contribuito in modo determinante alla vittoria. Allora guardiamo avanti e puntiamo adesso a rafforzare i nostri sforzi in vista delle elezioni politiche che presumibilmente nella primavera del 2018 ci troveremo ad affrontare”.

Sen. Vittorio Pessina

“Siamo carichi e fiduciosi, non vediamo ostacoli all’unità della coalizione risultata vincente in tante occasioni importanti. Il nostro Presidente è sempre stato un grande federatore e saprà trovare il modo per assicurare la correttezza istituzionale anche degli alleati, nella partita più importante per il governo del Paese, partita – conclude Pessina – che egli sente giustamente come una rivincita personale dopo tanti attacchi alla sua indiscutibile e indistruttibile leadership, non soltanto politica”.

Comments