VOTO ALL’ESTERO | Romagnoli (MdL): “Plichi elettorali in ritardo, c’è qualcosa che non va”

Massimo Romagnoli, candidato capolista con il Movimento delle Libertà nella ripartizione estera Europa: “Controlleremo dopo le elezioni se queste persone hanno magicamente votato, dopodiché faremo battaglie nelle sedi dovute”

Massimo Romagnoli
Massimo Romagnoli

“Come accade in occasione di ogni elezione, dall’estero continuano ad arrivare segnalazioni di irregolarità. Sono moltissimi, per esempio, e da ogni parte del mondo, i connazionali che lamentano di non avere ancora ricevuto i plichi elettorali contenenti le schede per poter votare. C’è qualcosa che non va. Per quanto riguarda noi, per esempio, possiamo testimoniare di avere una lista di nostri elettori, quasi tremilacinquecento persone, che ad oggi non hanno ricevuto il plico elettorale. Connazionali residenti in Germania, Svizzera, Belgio, Francia e Spagna. Controlleremo dopo le elezioni se queste persone hanno magicamente votato, dopodiché faremo battaglie nelle sedi dovute”. Lo dichiara in una nota Massimo Romagnoli, candidato capolista con il Movimento delle Libertà nella ripartizione estera Europa.