Roma, a Villa Borghese il cinema bulgaro – di Beatrice Boero

Un evento dedicato alla settima arte. Approda a Roma l’appuntamento con un cinema che sta facendo parlare di sé. Dal 24 al 26 ottobre prossimi la Casa del Cinema a Villa Borghese ospita la settima edizione della Festa del cinema bulgaro. La kermesse, organizzata dall’Istituto Bulgaro di Cultura a Roma e dall’Associazione culturale La Fenice, è una finestra sulle migliori nuove produzioni cinematografiche.

Fra i titoli in programma: il 24 ottobre la manifestazione si apre con Rapsodia bulgara di Ivan Nicev, film candidato per la selezione come migliore film straniero dalla Bulgaria per i prossimi Oscar e scelto come film d’apertura della kermesse. Si tratta di una coproduzione Bulgaria/Israele che rappresenta la  conclusione della trilogia del regista Ivan Nicev dedicata alla straordinaria storia degli ebrei bulgari salvati dalle deportazioni naziste grazie all’intervento di alcuni rappresentanti del governo bulgaro.

Tra i protagonisti la giovane Angela Nedyalkova, già conosciuta dalla coproduzione bulgaro-francese Avé, e alcuni tra i più amati attori bulgari: Tatyana Lolova, Vasil Mihaylov, Dimitar Rachkov, Georgi Mamalev. Il giorno 25 ottobre protagonisti due lungometraggi: Slancevo/Sereno, alle ore 20, del regista Ilia Kostov in cui la chiesa di un villaggio sommerso dalle acque di un lago artificiale diventa punto d’incontro per i suoi ex abitanti, ormai sparsi per il mondo. A seguire Alienazione, alle ore 22, dedicato al drammatico tema della vendita illegale di neonati. 

Il 26 la rassegna prosegue con la commedia Squadra mobile 2, alle ore 16, in lingua originale con sottotitoli in inglese, per proseguire con due appuntamenti nati dalla collaborazione con la Televisione Nazionale bulgara. Verranno proiettate due serie TV di grande successo: Sotto copertura 4, e Il Quarto Potere, un thriller politico che non teme di smascherare i legami tra il mondo della politica e quello dei media in Bulgaria. La storia segue la vita di un giornale che cerca di conservare la propria indipendenza malgrado i forti condizionamenti e le insistenti pressioni da parte della politica, dei servizi segreti e in generale dei poteri forti.

A chiusura della manifestazione Living Legends, un film a cui partecipa anche Michele Placido accanto ai bulgari Orin Pavlov e Sanya Borissova. Living Legends è stato recentemente premiato come miglior film straniero al Manhattan Film Fest, è diretto da Niki Iliev e racconta la storia di un banchiere che ha avuto tutto dalla vita, ma che, in seguito ad un incidente, subisce una perdita della memoria che lo porta a non ricordare più tutto quello che ha vissuto dai 18 anni in poi. Il programma, infine, apre anche una finestra sui festeggiamenti per il centenario del grande basso lirico Boris Christoff con il documentario Boris Christoff – la voce che prega per la Bulgaria del regista Rosen Elezov.