Riforme, Meloni a Salvini: “Ora presidenzialismo”. Matteo: “Prima giustizia e fisco”

Giorgia Meloni, “e aboliamo pure i senatori a vita”. Salvini, “ho tante di quelle riforme da fare…”

Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, rivendica in una nota di avere votato, come partito, a favore della riduzione del numero dei Parlamentari.

“Se oggi il Senato ha detto sì al taglio dei parlamentari è grazie al sostegno fondamentale di Fratelli d’Italia”, “solamente grazie al voto di parte delle opposizioni il provvedimento è passato, e in particolare grazie al voto favorevole di Fratelli d’Italia”.

“Ora – prosegue Meloni – chiediamo al M5S e alla Lega di dimostrare il nostro stesso buon senso e sostenere le proposte che FdI ha formulato sul piano costituzionale: l’elezione diretta del Presidente della Repubblica e l’abolizione dell’istituto ottocentesco dei senatori a vita”.

Non tarda ad arriva la risposta di Matteo Salvini: elezione diretta del Capo dello Stato e abolizione dei senatori a vita? “Ho tante di quelle riforme da fare… Se devo scegliere, prima vengono la riforma della giustizia e la riforma fiscale”.