RICORRENZE | L’annuncio di Hitler il 15 marzo

Adolf Hitler comunica al presidente cecoslovacco Emil Hácha, appositamente convocato presso la Cancelleria del Reich, l’imminente occupazione della Cecoslovacchia

Ottant’anni fa. Mercoledì 15 marzo 1939. Nottetempo, a Berlino, Adolf Hitler comunica al presidente cecoslovacco Emil Hácha, appositamente convocato presso la Cancelleria del Reich, l’imminente occupazione della Cecoslovacchia (cioè di Boemia e Moravia, poiché la Slovacchia si è dichiarata indipendente il giorno precedente) da parte delle truppe tedesche già presenti ai confini, offrendogli la possibilità di scegliere tra un’occupazione mite, in caso di immediata capitolazione cecoslovacca, e un’occupazione violenta, in caso di resistenza.

Colto da malore alla prospettiva di possibili bombardamenti aerei su Praga, appena ripresosi Hácha contatta i vertici militari cecoslovacchi dando ordine di capitolare. Poco dopo, le truppe tedesche occupano il Paese, in aperta violazione degli accordi stipulati a Monaco di Baviera il 30 settembre precedente.