REPUBBLICA DOMINICANA | Santo Domingo, operaio ucciso in una sparatoria

Era residente in Friuli. La vittima un 26nne dominicano. Lo riporta la stampa locale. La vittima - che era tornata nel paese d'origine da un paio di settimane - era arrivata nel luogo in cui risiedeva temporaneamente e, quando stava per entrare in casa, due uomini sono apparsi all'improvviso, aggredendola e sparandole

Santo Domingo, Repubblica Dominicana
Santo Domingo, Repubblica Dominicana

Un uomo di 26 anni, dominicano, che lavorava come operaio e risiedeva a San Vito al Tagliamento (Pordenone), è stato ucciso a Santo Domingo durante una sparatoria. Il fatto è avvenuto nella mattina di lunedì 16 gennaio e ne danno notizia le edizioni online dei quotidiani locali di Pordenone. E’ la notizia rilanciata da AzzurroCaribe.com, sito web del periodico degli italiani del Centro America e dei Caraibi.

Ignoto il movente del delitto: secondo i familiari, la vittima – che era tornata nel paese d’origine da un paio di settimane – era arrivata nel luogo in cui risiedeva temporaneamente e, quando stava per entrare in casa, due uomini sono apparsi all’improvviso, aggredendola e sparandole.

“Mi hanno chiamato per dirmi che lo hanno ucciso, non è ancora chiaro se fosse per rapinarlo o se prima ci fosse stata una discussione”, ha raccontato ai cronisti la sorella della vittima, che ha chiesto alle autorità locali di chiarire il fatto.

Secondo altre fonti di stampa, nell’agguato sarebbe rimasto ferito anche il tassista che aveva accompagnato a casa l’uomo.