Politiche 2018, telefonata Berlusconi-Salvini: si lavora a programma e liste

Salvini è convinto che la coalizione di centrodestra “vincerà e governerà per i prossimi dieci anni”. Si propone come premier, il Matteo padano, e si sente già a palazzo Chigi

Si è tenuta oggi, secondo quanto si apprende dalle agenzie di stampa, una lunga e cordiale telefonata tra Silvio Berlusconi e Matteo Salvini. I due leader si sono scambiati gli auguri di inizio anno e hanno approfittato per commentare, con soddisfazione, i sondaggi che danno il Centrodestra vicino al 40%.

Il leader di Forza Italia e il capo della Lega, che si vedranno personalmente nei prossimi giorni, forse già la prossima settimana, hanno anche messo a punto il calendario di incontri in vista della definizione delle liste e della campagna elettorale.

Le squadre, fanno sapere, stanno lavorando alla stesura del programma (flat tax e riduzione tasse, creazione di posti di lavoro con la decontribuzione per chi assume giovani, rafforzamento della sicurezza nelle città e contrasto all’immigrazione clandestina).

Salvini è convinto che la coalizione di centrodestra “vincerà e governerà per i prossimi dieci anni”. Si propone come premier, il Matteo padano, e si sente già a palazzo Chigi, grazie a una Lega “forza trainante” – assicura – dell’area centrodestra.

SEGUI ITALIACHIAMAITALIA SU FACEBOOK, PER TE CONTENUTI ESCLUSIVI: ENTRA E CLICCA “MI PIACE”

Si considera l’unico, all’interno del Carroccio, ad avere i titoli per diventare presidente del Consiglio: il suo nome nel simbolo elettorale, “Salvini premier”, è un’operazione “di chiarezza e trasparenza”, sostiene il capo delle camicie verdi. Il ragionamento di Salvini è noto: “Il centrodestra vincerà le elezioni e la Lega risulterà essere il primo partito della coalizione, dunque toccherà a noi indicare un premier”. Così Matteo si prepara a diventare il prossimo capo del governo italiano.