Papa Francesco in Cile, “bene essere patrioti ma non nazionalisti”

Il Papa ha poi spiegato di aver convocato il prossimo Sinodo per riflettere sui giovani: su tutti, ha specificato, non solo su quelli cattolici

Papa Francesco è in Cile in questi giorni. Lì ha visitato questo pomeriggio la Pontificia Universita’ Cattolica. Nel cortile ha trovato ad attenderlo circa 700 studenti e un gruppo di bambini. E dopo aver attraversato il patio si e’ affacciato all’ingresso principale del Salòn Fresno dal quale circa 500 studenti hanno poi seguito il suo discorso. Nel cortile c’erano ad ascoltarlo dal vivo 1.200 esponenti del mondo accademico cileno.

“Va bene essere patrioti ma non ‘patrioteros’ (nazionalisti)”, ha detto il Santo Padre ai ragazzi cileni nell’incontro promosso dalla chiesa locale nel Santuario di Maipu’. Il Papa ha spiegato di aver convocato il prossimo Sinodo per riflettere sui giovani: su tutti, ha specificato, non solo su quelli cattolici.

Un Papa sempre più social che su Twitter ha cinguettato: “Non basta ascoltare un insegnamento religioso o imparare una dottrina; quello che vogliamo è vivere come Gesù ha vissuto”. E’ il testo del tweet appena diffuso da Papa Francesco sul suo account @Pontifex in nove lingue, durante la sua visita in Cile, subito dopo l’incontro con i giovani al santuario di Maipu’. (ANSA). GR 17-GEN-18 22:36 NNNN