Orge, droga e sesso con minori in una casa-famiglia, operatore arrestato

Orge, sesso con ragazzine disabili mentali, alcool e droga, visioni di film porno girati ”in casa”. La comunita’ alloggio per minori con disturbo del comportamento nell’agrigentino era trasformata nel castello degli abusi sessuali con la regia di Carmelo Angelo Grillo, 51 anni, fermato dalla polizia su ordine della procura di Agrigento. Arresto convalidato dal gip che ha disposto la custodia cautelare in carcere con varie accuse di violenza sessuali aggravata su minori.

L’ordinanza di fermo dipinge un uomo assatanato di sesso facile, che non si ferma davanti a nulla che passa dalle avances ai fatti perfino infilandosi di notte nel letto delle ragazzine ospiti della casa famiglia.

”Ancor piu’ preoccupazione – scrivono i pm – desta la qualifica professionale di Grillo, della quale lo stesso ha evidentemente abusato ed approfittato, carpendo subdolamente la fiducia dei giovani ospiti della comunita’, tutti accomunati da problematiche di varia natura che li costringono tuttora a vivere lontani dalle loro famiglie: tale circostanza, evidentemente, li ha resi ancor piu’ deboli e propensi ad affidarsi alle cure di un adulto, che ai loro occhi appariva come un riferimento, nei confronti del quale, come gia’ osservato, per molto tempo non hanno manifestato alcuna insofferenza”.

E ancora: ”Persistendo nella sua azione l’indagato ha dimostrato di non percepire il significato antigiuridico delle proprie condotte, rendendo in tal modo indispensabile l’adozione di una misura cautelare idonea che ne argini l’azione e lo dissuada dal porre in essere qualsiasi altra forma di abuso nei confronti di chiunque ed in particolare di minori e soggetti deboli”.

L’inchiesta e’ cominciata lo scorso giugno quando la responsabile delle coop che gestiscono le comunita’ alloggio e’ andata in commissariato a Palma di Montechiaro (Ag) per denunciare cio’ che le aveva confidato un ragazzo che con al sua fidanzatina era ospitato in casa di Grillo. ”Mi invitava a fare sesso a casa sua con la mia ragazza, mi dava bevande alcoliche, un fallo di plastica, anche un paio di manette e riprendeva tutto”.

L’indagine ha scoperchiato uno spaccato squallido di abusi su ragazzine, pornografia, violenze sessuali. Grillo offriva hashish ai minorenni, mostrava loro filmini porno in cui lui era uno degli attori, dava loro bevande alcooliche.

Nell’inchiesta sono coinvolti diversi ragazzini e ragazzine. Almeno un sedicenne e’ indagato dalla procura per i minori per aver partecipato a sesso di gruppo con un’ altra minorenne. Il procuratore di Agrigento, Renato Di Natale, ha detto: "Parliamo di violenza sessuale nei confronti di una ragazza affetta da handicap, violenza sessuale di gruppo assieme ad altri minori. Reati che ci lasciano sgomenti compiuti fino al giugno del 2015”. Il procuratore ha anche sottolineato "la mancanza di seri controlli. Chi ha il dovere di controllare si attivi subito ed eventualmente vengano revocati gli accrediti alle strutture coinvolte".