Nei pagamenti del futuro non ci sarà più spazio per il contante

In un futuro non troppo lontano, sarà possibile addirittura effettuare i pagamenti attraverso la propria identità, con i tratti biometrici della persona

I pagamenti digitali stanno già cambiando le nostre vite, e continueranno a farlo anche in futuro. In Italia, nel 2020, il valore delle transazioni effettuate attraverso i pagamenti digitali ha superato i 5 miliardi di euro, equivalenti al 33% dell’ammontare complessivo dei pagamenti nel Belpaese. Lo ha rivelato un’indagine della School of Management del Politecnico di Milano. Nonostante il denaro contante continui a rimanere la scelta preferita dalla maggior parte degli italiani, il futuro dei pagamenti appartiene già a strumenti come il contactless, ai pagamenti con smartphone o wearable, e anche (ma con cautela) alle transazioni effettuate con criptovalute.

Il Mobile Payment è già realtà

La pandemia globale, da questo punto di vista, ha rappresentato un eccezionale acceleratore digitale, non soltanto per ciò che riguarda la digitalizzazione dei processi aziendali, ma anche per tutto ciò che ha a che fare con i pagamenti digitali. Durante i mesi di lockdown, moltissime persone hanno sperimentato per la prima volta l’ebbrezza di acquistare un prodotto online servendosi della carta di credito o di altri servizi digitali, proiettandosi così verso il futuro. Un’altra importante novità è rappresentata dal dispositivo utilizzato per i pagamenti: il cellulare, infatti, è ormai sempre più utilizzato anche per i mobile payment, e sta rapidamente diventando il mezzo principale con cui si effettuano le transazioni, imponendosi come un alleato formidabile per questo genere di operazioni.

Questi trend sono confermati anche dai numeri: nei mesi delle chiusure legate all’emergenza sanitaria, per i pagamenti online in Italia sono state usate più di due milioni di carte, una cifra mai raggiunta prima. E nella fase post-pandemica, il 25% degli italiani resterà fedele ai metodi di pagamento più innovativi, scegliendo di pagare senza utilizzare il denaro cartaceo.

Grazie alla riduzione del digital divide, innescata dalla pandemia, le persone hanno iniziato a pagare le bollette e le ricariche telefoniche con il proprio cellulare, favorendo la crescita complessiva del Mobile Payment e alimentando ancora di più quello slancio verso l’innovazione che aveva già caratterizzato il nostro Paese negli anni precedenti. Ordinando prodotti o generi alimentari a domicilio, sarà sempre più naturale ricevere un link di pagamento attraverso il Mobile Wallet, o anche tramite SMS o chat, con il servizio Pay by link. Negli ultimi due anni, gli esercizi commerciali hanno iniziato a investire massicciamente nelle tecnologie legate ai metodi di pagamento, come il contactless e tutti quegli strumenti che consentono di pagare con smartphone o smartwatch.

Un’arma efficace contro l’evasione

Grazie alle loro caratteristiche, i pagamenti digitali possono rappresentare anche un metodo innovativo ed efficace con cui combattere l’evasione fiscale e i pagamenti in nero, estendendo la portata del loro servizio ben oltre la mera transazione finanziaria. Non sorprende che importanti istituzioni come la Banca Centrale Europea continuino a confrontarsi e a elaborare nuovi progetti incentrati sui pagamenti innovativi, sfruttando al massimo la potenza del digitale. In tal senso, una delle novità più ragguardevoli è senz’altro la criptovaluta nota come Stablecoin, contraddistinta da una certa stabilità (a differenza di altri generi di criptovalute).

In un futuro non troppo lontano, sarà possibile effettuare i pagamenti attraverso la propria identità, con i tratti biometrici della persona. I lettori delle impronti digitali sono già operativi sulla maggior parte degli smartphone, ma la nuova frontiera dei pagamenti potrebbe essere rappresentata dal riconoscimento facciale, un’opzione già esplorata da Apple con il lancio dell’iPhone X. Un’alternativa altrettanto interessante è quella rappresentata dalle scansioni dell’iride, attraverso le quali sarà possibile effettuare un pagamento o comprare un oggetto con un solo battito di ciglia. 

Dei metodi di pagamento del futuro hanno iniziato a occuparsi anche importanti piattaforme legate ai migliori casinò online e al gioco d’azzardo: oltre a offrire un supporto continuativo ai giocatori, con guide aggiornate, suggerimenti e un’assistenza clienti estremamente efficiente, queste piattaforme mettono a disposizione dei propri clienti i metodi di pagamento più popolari, come Postepy, Trustly, Netseller o Skrill. Da qualche tempo, le vincite e i bonus possono essere riscattate anche sotto forma di criptovalute, un’opzione particolarmente diffusa tra i grandi giocatori. Pagamenti rapidi, sicuri e al passo con i tempi, anche nel settore dei casinò, contribuiscono in maniera determinante ad accrescere il valore dell’esperienza di gioco, diventando così un componente fondamentale dell’interazione tra la persona e la piattaforma di servizi.

La semplificazione dei pagamenti, ottenuta attraverso la tecnologia, risponde a due esigenze precise della modernità: la necessità impellente di ottenere un bene o un servizio con estrema rapidità, senza nessun intoppo o impedimento di sorta, e il peculiare desiderio di quella fluidità che trasforma ogni esperienza, sia essa d’acquisto o d’altro genere, in un momento estremamente significativo, da vivere fino in fondo.