MATURITÀ | Gli studenti privatisti sono di serie B? La Azzolina impazza

Una incomprensibile discriminazione (al punto che mi auguro che si tratti di una svista - imperdonabile - e sia corretta tempestivamente)

“Anche se il timore avrà sempre più argomenti, tu scegli la speranza” (Lucio Anneo Seneca)

“Più studi per un esame, e meno sai che risposta vogliono” (Arthur Bloch)

“Gli esami non finiscono mai!” (Eduardo De Filippo)

“Agli esami gli sciocchi fanno spesso domande a cui i saggi non sanno rispondere” (Oscar Wilde)

“Tanto vale che ti ci abitui subito: sarai esaminato per tutta la vita. Bisogna rendere i conti, dall’inizio alla fine, e che siano giusti! Il medico legale farà il totale dell’addizione” (Daniel Pennac)

MATURITÀ, I PRIVATISTI DISCRIMINATI

La Azzolina impazza, gli studenti privatisti sono discriminati agli esami di maturità. Ecco che, insieme con molte altre lacune, la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina sta per commettere una grave ingiustizia verso gli studenti privatisti.

Mi riferisco alle ultime notizie sugli esami di maturità, almeno per quanto si può capire, tra le varie contraddizioni, smentite, correzioni. Ho ricevuto una lunga nota da Bergamonews, ho appreso di interrogazioni parlamentari, ho visto un servizio delle Iene e articoli di inascoltata denuncia.

UN APPELLO DA TORINO

L’ultimo: “Un nuovo appello parte da Torino affinché il Ministero dell’Istruzione riprenda in considerazione la situazione, particolarmente infelice, dei candidati privatisti all’incerta Maturità del tempo dell’emergenza Covid-19. A lanciarlo sono i professori Davide Onida e Davide Trinchero del Centro Studi Omnibus, una delle scuole che supportano i privatisti nella preparazione. due docenti spiegano che «una gigantesca ingiustizia rischia di abbattersi su migliaia di studenti italiani: i candidati esterni agli esami di Maturità, l’anno scorso più di 17.600, non solo giovani, ma anche adulti, con le storie e le provenienze più varie, con gli stessi progetti, le stesse speranze, le stesse necessità, e soprattutto gli stessi diritti di tutti gli altri studenti».

INCOMPRENSIBILE. SONO STUDENTI DI SERIE B?

Qual è il punto cruciale? Una incomprensibile discriminazione (al punto che mi auguro che si tratti di una svista – imperdonabile – e sia corretta tempestivamente). Gli studenti sosterranno l’esame di maturità il 17 giugno: un unico colloquio nel rispetto delle esigenze anti contagio. I privatisti no, potranno farlo solo a settembre. Chissà perché! Sono studenti di serie B e perché?

A settembre i privatisti perderebbero la possibilità di svolgere i test d’ingresso a molte facoltà universitarie (in alcuni casi hanno luogo anche ad agosto). E se poi a settembre le scuole non riaprono?