Manovra, Di Maio: “Sono ottimista, le cose si mettono bene” [VIDEO]

In merito alla decisione del deputato Matteo Dall'osso di lasciare il gruppo pentastellato per passare a Forza Italia: "Voglio capire prima cos'e' successo…”

“Forse le misure previste in manovra costano meno del previsto”. Così Luigi Di Maio intervistato dl Tg2.

“Le risorse le abbiamo gia’ trovate per pensione di cittadinanza, aumento pensione di invalidita’, reddito di cittadinanza, Quota100 per superare la Fornero, Ires al 15% e partite Iva con tassazione al 15%”, sottolinea il vicepremier e ministro del Lavoro.

Di Maio ha poi assicurato che ”non c’e’ nessun caso Tria. Sia il ministro Tria che il presidente Conte stanno trattando con l’Europa per portare a casa la manovra senza la procedura di infrazione. Hanno tutta la nostra fiducia”.

Intercettato al termine di un incontro al Mise, parlando con i cronisti Di Maio si è detto “ottimista” sul fatto che alla fine si porterà a casa “una legge di bilancio con dentro pensioni di invalidita’ e di cittadinanza, reddito di cittadinanza, quota 100, aiuti alle imprese e allo stesso tempo di non andare in procedura di infrazione”.

Per il ministro “le cose si stanno mettendo bene”.

In merito alla decisione del deputato Matteo Dall’osso di lasciare il gruppo pentastellato per passare a Forza Italia: “Voglio capire prima cos’e’ successo. Conosco Matteo e Forza Italia e’ la cosa piu’ lontana che ci sia da lui”. A chi gli chiedeva se sara’ applicata la sanzione da 100 mila euro prevista in questi casi dal regolamento del M5S, il vicepremier ha risposto cosi’: “Prima di tutto voglio capire cosa e’ successo e poi chiariamo tutto il resto. Matteo non e’ una persona che fa queste cose, voglio capire perche’ ha fatto questa scelta”.

Per quanto riguarda Alitalia, “Fs è al lavoro con un partner. Noi nel decreto semplificazione inseriremo una norma per il rinvio del prestito ponte al 30 giugno”.

Infine, Di Maio segnala “una bella iniziativa che si terra’ domani 8 dicembre a Roma in Via San Teodoro: una parte degli arbusti caduti” nel corso del forte maltempo che ha colpito le regioni del Nord-Est “saranno distribuiti come alberi di Natale. Ci sembra un bel modo per aiutare quella filiera” produttiva “che in questo momento ha difficolta’ anche a mettere sul mercato tutti questi alberi”.