L’INTERVISTA | Elezioni Comites, Bellinato (MAIE) a ItaliaChiamaItalia: “Sosterremo persone serie e competenti”

In vista delle elezioni di dicembre “il MAIE della Repubblica Dominicana si sta preparando alla grande, seguendo con attenzione quelle che sono le dinamiche della comunità italiana qui residente”. Portando lo sguardo oltre la RD, “in Centro America il MAIE è una realtà ormai consolidata”. “Mi auguro che il futuro Comites possa concentrarsi di più su progetti concreti dedicati alla comunità italiana e sui rapporti con le istituzioni locali; soprattutto che sia composto da un gruppo coeso, con molta voglia di fare”

Flavio Bellinato, coordinatore MAIE Nord e Centro America

Nei giorni scorsi il Sen. Ricardo Merlo, presidente MAIE ed ex Sottosegretario agli Esteri, ha fatto visita alla comunità italiana della Repubblica Dominicana. Con l’occasione, ha incontrato i coordinatori del MAIE RD durante una riunione tenutasi a Santo Domingo. Altri dirigenti del Movimento Associativo Italiani all’Estero si sono collegati via Zoom da tutta la zona dei Caraibi e del Centro America, oltre che dagli USA.

“Durante l’incontro abbiamo parlato dell’importanza del ruolo dei Comites nelle diverse comunità italiane nel mondo, anche in vista delle elezioni dei Comitati che si terranno a dicembre”, spiega a Italiachiamaitalia.it Flavio Bellinato, coordinatore MAIE Nord e Centro America, residente proprio a Santo Domingo. “Nella seconda parte della riunione, insieme al presidente Merlo abbiamo valutato diverse iniziative, sia sul territorio sia legate alla comunicazione, da organizzare da qui alla fine dell’anno. E’ stato un appuntamento molto costruttivo, durante il quale abbiamo programmato il futuro”, aggiunge.

In vista delle elezioni di dicembre “il MAIE della Repubblica Dominicana si sta preparando alla grande, seguendo con grande attenzione quelle che sono le dinamiche della comunità italiana qui residente. Alle elezioni il Movimento sosterrà quei candidati che rispecchino i nostri valori, le nostre idee. Si tratta di persone capaci, coerenti, serie. Soprattutto, competenti”.

Flavio Bellinato stringe la mano al Sen. Ricardo Merlo, presidente MAIE

Portando lo sguardo oltre la RD, “in Centro America il MAIE è una realtà ormai consolidata, fatta di persone che hanno una grande esperienza sia a livello di associazionismo che di rappresentanza di base, come accade per esempio in Guatemala, oltre che nella stessa RD”.

MAIE CENTRO AMERICA da sinistra, nella foto: Ricky Filosa, Daniele Bertozzi, Flavio Bellinato, Giuseppe Cacace

“Si stanno tutti preparando all’appuntamento elettorale di fine anno. Anche in Florida il MAIE sta lavorando molto bene. E’ ancora prematuro parlare di liste, ma sono convinto che otterremo ottimi risultati”.

Da sinistra, nella foto: Ricky Filosa, Flavio Bellinato, Mario Borghese (vicepresidente MAIE) negli uffici del MAIE a Roma

Bellinato è anche Segretario del Comites di Santo Domingo, un Comites condiviso con Panama: “Far parte per la prima volta di un Comites è stata per me una esperienza molto formativa, mi ha arricchito moltissimo. Credo di aver svolto il ruolo di Segretario nel migliore dei modi. Ovviamente, essendo stata riaperta l’Ambasciata di Santo Domingo, in futuro avremo un Comitato tutto nostro, non più diviso a metà con Panama. Questo almeno è ciò che auspichiamo. Così come personalmente mi auguro che il futuro Comites possa concentrarsi di più su progetti concreti dedicati alla comunità italiana e sui rapporti con le istituzioni locali; soprattutto che sia composto da un gruppo coeso, con molta voglia di fare”.

Flavio Bellinato, a sinistra nella foto, e Angelo Viro, vicepresidente MAIE

Sul governo Draghi: “Purtroppo l’attuale esecutivo parla poco o niente di italiani all’estero. Credo che non avendo più un eletto all’estero al governo, come durante i governi Conte 1 e 2, si sia persa un po’ quella spinta che c’era. In particolare, con il Sen. Merlo nella stanza dei bottoni noi italiani nel mondo eravamo diventati senza dubbio un punto centrale all’interno della Farnesina”.

Flavio Bellinato durante la manifestazione del 7 aprile 2017 a Santo Domingo, per servizi consolari più efficienti e contro lo smantellamento della rete diplomatico-consolare

Un’ultima battuta sulla situazione che riguarda la pandemia nel Paese dei Caraibi: “Qui sembra essere tornato tutto alla normalità, o quasi. La situazione è abbastanza sotto controllo. C’è ancora un coprifuoco, ma non siamo più in presenza di una situazione drammatica”.