La scuola dove ripartire, ne va del futuro dei nostri ragazzi

I nostri ragazzi hanno dovuto terminare di frequentare la scuola prima della fine naturale del passato anno scolastico. I nostri giovani debbono riprendere a frequentare la scuola nella maniera più normale possibile. Ne va del loro futuro

Il nuovo anno scolastico è alle porte, ma sembra che tutto sia in alto mare. I banchi con i quali garantire il distanziamento sociale non ci sono e si parla di turnazioni tra gli studenti che dovranno frequentare le scuole. Ergo, gli studenti saranno divisi in gruppi, i quali si alterneranno nella frequenza delle lezioni.

Ora, i nostri ragazzi hanno dovuto terminare di frequentare la scuola prima della fine naturale del passato anno scolastico. Tutti gli studenti sono stati promossi. Dunque, i ragazzi debbono riprendere a frequentare la scuola nella maniera più normale possibile. Ne va del loro futuro.

Andare a scuola significa acquisire conoscenze (per potere conseguire un titolo di studio ed avere il migliore posto possibile nella società) ed avere relazioni umane. La scuola deve anche inculcare nei giovani il concetto del merito. Deve promuovere e bocciare i base ai meriti ed ai demeriti degli studenti. Così, si fa capire ai giovani che solo quelli che si impegnano possono ottenere dei risultati.

Se la scuola non fosse in grado di fare ciò fallirebbe miseramente la sua missione. Una scuola che fallisce la sua missione mette a rischio le generazioni future. La scuola dovrà ripartire nel giorno stabilito.